Convegno
XLIII Convegno AIE 2019
L’epidemiologia: una, nessuna e centomila
Quale contributo alle decisioni in sanità pubblica?
mercoledì 23 ottobre 2019 - venerdì, 25 ottobre 2019
Ex Monastero dei Benedettini
piazza Dante Alighieri, 32
95124 Catania
Segreteria scientifica: Salvatore SCONDOTTO, Lucia BISCEGLIA, Lisa BAULEO, Silvia CARISTIA, Angela GIUSTI, Walter POLLINA ADDARIO, Fulvio RICCERI, Paolo RICCI, Vittorio SIMEON


Comitato organizzatore: Pier Sergio CALTABIANO, Achille CERNIGLIARO, Paolo CIRANNI, Antonio CRISTALDI, Daniela FALCONERI, Salvo FAVITTA, Margherita FERRANTE, Antonio LEONARDI, Anna Maria LONGHITANO, Antonello MARRAS, Gea OLIVIERI CONTI, Maurizio PLATANIA


Comitato scientifico: Carla ANCONA, Annibale BIGGERI, Nicola CARANCI, Alessandra CASUCCIO, Achille CERNIGLIARO, Paolo D’ARGENIO, Marina DAVOLI, Luca DE FIORE, Maria Letizia DI LIBERTI, Fabrizio FAGGIANO, Gianluigi FERRANTE, Margherita FERRANTE, Francesco FORASTIERE, Paolo GIORGI ROSSI, Giuseppe GORINI, Ursula KIRCHMAYER, Chiara MARINACCI, Paola MICHELOZZI, Salvatore PANICO, Nereo SEGNAN, Angela SPINELLI, Paolo VINEIS, Francesco VITALE, Nicolàs ZENGARINI


Sito ufficiale del Congresso.

“L’epidemiologia: una, nessuna e centomila” vuole rappresentare la consapevolezza delle molte facce della epidemiologia. Nessuna: senza uno sguardo rivolto alla sanità pubblica, l’epidemiologia rischia di non incidere nella società attuale che si interroga sulle reali priorità di salute dei cittadini; centomila: tanti approcci, innumerevoli ambiti di intervento, raccordo tra discipline diverse, e una: parlare con una voce sola, tenendo presente la storia e le molteplicità degli approcci, ma accettando le sfide del mondo che evolve.

Nell’attuale contesto in cui il ruolo e la sostenibilità del servizio sanitario sono in discussione, a fronte dell’espansione della domanda e di nuove sfide emergenti, l’epidemiologia può svolgere un ruolo decisivo nei suoi molteplici ambiti di applicazione.

La sanità pubblica di oggi reclama il mantenimento di adeguati livelli di tutela della salute raggiungibili attraverso il potenziamento delle politiche di prevenzione, dell’efficienza del sistema, dell’appropriatezza dei percorsi, il ricorso ad interventi di provata efficacia e l’effettiva equità di accesso per i cittadini.

Oggi più che mai, l’epidemiologia, nei vari ambiti in cui si sviluppa, è in grado di fornire ai decisori indicazioni utili per l’azione sulla base delle evidenze scientifiche, ed è attenta ad un confronto aperto per migliorare i livelli di salute della comunità.