Convegno n. 713
PER NON DIMENTICARE
venerdì 8 marzo 2019, ore 9:45 - 13:45  |  Sala Maestra
Palazzo Chigi

Durata 05:49


Ariccia celebra le donne che lottano contro la violenza: esattamente dodici mesi dopo la sottoscrizione del “Protocollo Operativo Interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto della violenza sulle donne e i minori”.Venerdì 8 marzo 2019, in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, nella splendida cornice della Sala Maestra di Palazzo Chigi, l’amministrazione comunale di Ariccia, in collaborazione con la Procura di Velletri e la ASL Roma 6, ha organizzato il convegno dal titolo “Per non dimenticare” per illustrare i risultati raggiunti e i servizi attivati sul territorio dopo la sottoscrizione del “Protocollo”.  Fra i risultati raggiunti, quello di maggiore rilievo è rappresentato dall’attivazione di tre centri antiviolenza: — il primo presso l’Ospedale “Luigi Spolverini” di Ariccia finalizzato all’ascolto delle vittime di violenza e per l’audizione protetta dei minori; — il secondo, all’interno dei locali messi a disposizione dal Comune di Nettuno;— il terzo, locato all’interno della Casa della Salute di Rocca Priora.Inoltre, di prossima attivazione è la Casa rifugio per le donne in difficoltà, che sarà situata nel territorio della ASL Roma 6.Alla giornata, largamente partecipata da donne, studenti e cittadini, hanno preso parte i soggetti firmatari del Protocollo, rappresentanti dell’Autorità giudiziaria, e tra le Forze dell’Ordine il Ten. Col. Salvatore SAUCO comandante del Gruppo Carabinieri Frascati e il maggiore Giambattista FUMAROLA comandante della Compagnia Carabinieri Velletri, i servizi sociali territoriali e le associazioni antiviolenza, tra cui Emotivazione: l'associazione presieduta da Luigi IAVARONE; ALTEYA Cooperativa Sociale Onlus: presieduta da Claudio DELL'ANNO. All’incontro, aperto dai saluti del Sindaco del Comune di Ariccia: Roberto DI FELICE, e coordinato dai giornalisti Emilio ORLANDO ed Enrica CAMMARANO e da Carla GOZZI, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ariccia, Sono intervenuti:il Direttore della ASL Roma 6: Narciso MOSTARDA;il Procuratore della Repubblica di Velletri: Francesco PRETE;il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Velletri: Cristiana MACCHIUSI;il Presidente del Tribunale di Velletri: Mauro LAMBERTUCCI;il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza: Jacopo MARZETTI;l’Avvocato Anna SCIFONI, in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Velletri;il Sindaco di Velletri, Orlando POCCIil Sindaco di Rocca di Papa, Emanuele CrestiniNel corso dell’evento, è stato proiettato il filmato curato dalla Procura di Velletri sui Centri antiviolenza attivati ad un anno dalla firma del Protocollo. A seguire, Paola VIRGILI della “Cooperativa Sociale Girotondo Onlus” ha presentato i Centri antiviolenza di Ariccia e Rocca Priora, Carla CENTIONI di “Ponte Donna Associazione di promozione sociale” in collaborazione con “Prassi e ricerca. Cooperativa sociale onlus” ha invece illustrato il Centro attivato nella città di Nettuno .   Il personale della Procura ha distribuito gratuitamente alle donne e agli studenti presenti una maglietta bianca simbolo della non violenza, con la scritta “… questo non è amore”. Gesto a voler significare che l’amore, il rispetto, la buona educazione, devono contraddistinguere ogni rapporto tra uomo e donna.Si sono infine svolte alcune performance artistiche, tra cui la rappresentazione teatrale dal titolo “Donne e mafia”, scritta e diretta da Simonetta De NICHILO, premiata come miglior spettacolo al Festival Antimafia e Diritti Umani “Dirittinscena” Roma 2013, e messa in scena da una Compagnia di attori di rilievo nazionale, composta da: Chiara CARPENTIERI, Simonetta NICHILIO, Anna Rita GULLACI, Roberta SCIORTINO, Chiara SPOLETINI, Tiziana SANTERCOLE. I ragazzi del Liceo “James Joyce” di Ariccia indirizzo Scienze Umane, accompagnati dalla Prof.ssa Patrizia ONESTI, hanno presentato alcuni lavori sul tema della violenza realizzati nel corso del laboratorio di cittadinanza attiva “Uno Stendardo Contro la Violenza di Genere”: particolarmente significativa ed emozionante è stata la recitazione del monologo “Lo Stupro” di Franca Rame, da parte dello studente Alessandro Pace.Gli studenti della classe terza D del Liceo Ginnasio Statale “Ugo Foscolo” di Albano Laziale, guidati dalla professoressa Patrizia NUNNARI, hanno proiettato un video che racconta la realizzazione di un evento organizzato dai ragazzi nei locali della scuola, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra ogni 25 novembre. L’evento si è concluso con l’esibizione del mezzosoprano Valentina PENNACCHINI, che ha intonato il brano “Habanera”, tratto dall’opera “Carmen” di Georges Bizet.

Convegno n. 714
PER NON DIMENTICARE

FRANCESCO PRETE, IL CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE E SUI MINORI

ALESSANDRO PACE RECITA IL MONOLOGO “LO STUPRO” DI FRANCA RAME