Convegno
Segni del presente
Filosofia della cultura e culture del digitale
giovedì 28 febbraio 2019 - venerdì 1 marzo 2019
Aula Ex Catalogo Ligneo
Dipartimento Studi Umanistici
Università degli Studi di Napoli “Federico II”
via Porta di Massa, 1
80133 Napoli
GIOVEDÌ 28 FEBBRAIO

Aula Ex Catalogo Ligneo - Via Porta di Massa, 1 (Napoli). Dipartimento degli Studi umanistici. Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Prima sessione

09:00 Saluti delle autorità:
Paolo AMODIO

Modera:
Giuseppe D’ANNA

Intervengono:
09:15 Riccardo DE BIASE, Patologie del moderno: suggestioni cassireriane
10:00 Gianluca GARELLI, L’amico di Amleto (ancora sulla metamorfosi della Bildung)

10:45 Pausa caffè

Seconda sessione

Intervengono:
11:00 Renato TRONCON, La creazione di un ambiente digitale e la semiotica di Roland Barthes
11:45 Ivana Brigida D’AVANZO, Per una filosofia dello spessore tra memoria umana e memoria digitale
12:00 Dario GIUGLIANO, Di vecchie e nuove bambole - da Galli de Bibiena a Bellmer e oltre
12:45 Mattia PAPA, Il problema del virtuale e la realtà digitale

13:00 Pausa pranzo

Terza sessione

Intervengono:
15:00 Felice MASI, Just-in-time. Il passato prossimo tra estenuazione, spreco e banalità
15:45 Camilla ROBUSCHI, Può l’intelligenza artificiale agire metaforicamente? La risposta della biosemiotica
16:00 Raffaele CARBONE, Max Horkheimer e l’idea di cultura
16:45 Nicola RUSSO, Traccia e simbolo tra memoria e oblio

VENERDÌ 01 MARZO

Aula Appia - Via Perla, 20 (Santa Maria Capua Vetere). Dipartimento di Lettere e Beni culturali. Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

Prima sessione

Modera:
Riccardo DE BIASE

Intervengono:
09:30 Olimpia NIGLIO, Cultura e patrimonio culturale dello spazio
10:15 Giovanni MORRONE, La genesi della Kulturphilosophie

11:45 Pausa caffè

Seconda sessione

Intervengono:
12:00 Marco CASTAGNA, Nel dedalo del senso. Semiotica del testo ed ermeneutica del’attestazione
12:45 Rossella SACCOIA, Un esempio di semiosi dell’emotività nell’era digitale
13:00 Alessandro DE CESARIS, Che cos’è l’ipermodernità? Ontologia, antropologia e politica delle tecnologie informatiche

13:45 Discussione