Eventi
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Evento ricreativo n. 569

PAROLE IN CAMMINO - FESTIVAL DELL’ITALIANO E DELLE LINGUE D’ITALIA. OUVERTURES, INCONTRI TRA MUSICA E CULTURE
7 aprile 2018
Presentazione di libri n. 561

A SPASSO PER FRATTOCCHIE
28 maggio 2018 | Sala RossaIstituto Luigi Sturzo via delle Coppelle, 35 (Palazzo Baldassini)00186 Roma
Convegno n. 561

MINORI, STRANIERI E NON ACCOMPAGNATI: LE RAGIONI DELLA TUTELA
20 aprile 2018 | Sala Pietro da CortonaMusei Capitolini piazza del Campidoglio, 100186 Roma
Le novità introdotte dalla Legge n.47 del 7 Aprile 2017 meglio conosciuta come Legge Zampa, sono state al centro del convegno “Minori, stranieri e non accompagnati: le ragioni della tutela” che si è tenuto venerdì 20 aprile 2018, nella Sala Pietro da Cortona, all’interno dei Musei Capitolini, in piazza del Campidoglio, a RomaDue le forti novità al centro dell’incontro: la nuova figura dei Tutori volontari che esercitano la responsabilità genitoriale, tutelando legalmente e favorendo il riconoscimento dei diritti del minore; ed il SIM, il Sistema informativo minori non accompagnati, in cui confluiscono i dati che personale qualificato ha raccolto al momento della prima accoglienza dei minori.L’evento è stato promosso dalla sezione romana dell’AIMMF, l’Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia, in collaborazione con il Tribunale per i Minorenni di Roma e con il supporto di Roma Capitale.Ad introdurre l’incontro, l’assessore alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, Laura Baldassarre ed il Segretario della sezione romana dell’Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia, Raffaele FocaroliAl giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Roma, Vittoria Anna Manolio, il compito di moderare gli interventi sulle ragioni dell’esodo e sull’evoluzione delle forme di garanziaGiovanni Giulio Valtolina, docente Dipartimento di Psicologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha trattato di minori non accompagnati in ItaliaSulla nuova figura del Tutore Volontario, si è incentrato invece l’intervento del magistrato del Tribunale di Roma, Filomena Albano, dal 2016 Titolare dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.La consigliera AIMMF, Daniela Bacchetta, del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità del Ministero dell’Interno ha moderato il confronto sulla nuova normativa in vigore a cui hanno preso parte alcuni tra i massimi esperti in materia; tra di loro:il presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania, Maria Francesca Pricoco presidente dell’AIMMFe Carla Garlatti, presidente del Tribunale dei minori di Trieste,alla discussione ha partecipato anche il presidente del Tribunale dei minori di Brescia, Cristina Maggia, vice presidente dell’ Aimmf. Delle novità introdotte dalla nuova normativa ha parlato anche il presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma Alida Montaldi su istituzioni e giurisdizione si sono soffermate anche il viceprefetto del ministero dell’Interno, Enza Maria Leone e Stefania Congia responsabile della Divisione Politiche di integrazione sociale e lavorativa dei migranti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali . alla ripresa dei lavori il Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, Luca Ansini ha aperto ad una serie di racconti di viaggi di immigrazione, tra cui il racconto dell’educatore e mediatore culturale eritreo dell’Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi, Mekonen Zeray.
+
Presentazione di libri n. 560

L’ENIGMA DELL’ALFABETO ARMENO TRA VISIONE E REALTÀ
16 maggio 2018 | Libreria Koob piazza Gentile da Fabriano, 1600196 Roma
Le caratteristiche identitarie di un popolo inscritte nella grafologia del suo alfabeto, un seminario e un testo per rendere omaggio al popolo armeno nel centenario del suo genocidio mercoledì 16 maggio 2018, alla Libreria Koob, in piazza Gentile da Fabriano, a Roma è stato presentato il volume “L’enigma dell’alfabeto armeno tra visione e realtà”, edito da Aracne Editrice.una raccolta degli atti del seminario omonimo organizzato da “tenera mente onlus” e “Assoarmeni” il 9 gennaio 2016, all’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi di Roma, in collaborazione con l’ambasciata armena.Un problema delle nuove generazioni armene è infatti quello di apprendere la propria lingua scritta che, all’interno del suo enigmatico alfabeto, nasconde alcune caratteristiche profonde dell’identità di un popolo orribilmente perseguitato.A spiegare “Com’è nata l’idea del Seminario sull’alfabeto armeno”, è stata la grafologa Enrica BALDI, membro del direttivo di “Assoarmeni”, fondatrice e presidente di “tenera mente”, la onlus che mira a promuovere l’adozione del metodo Montessori nel mondo ovunque vi siano situazioni di particolare difficoltà, alcuni brani tratti dal documento "Riflessioni sul genocidio armeno" e letti da Rita PABIS, hanno aperto la serie degli interventi.Di “Dialogo silenzioso tra due diverse identità etnico-culturali nel medesimo individuo”, ha trattato lo psichiatra e psicoterapeuta transculturale Alfredo ÀNCORA, socio fondatore di “tenera mente onlus” in, “La storia dell'alfabeto armeno ed il mio impegno nell’insegnarlo”, la dottoressa Seta MARTAYAN, nata in libano da genitori armeni fuggiti a Beirut, fondatrice e presidente onorario di Assoarmeni, associazione nata per preservare la cultura del popolo armeno, ha raccontato la sua testimonianza di vita. Una storia familiare è stata alla base dell’intervento congiunto della psicologa e grafologa Anna Rita GUAITOLI e dell’attrice e scrittrice, Laura EPHRIKIAN, che ne “La storia dell'amore tra nonno Akop e nonna Laura”, ha raccontato la sua famiglia. La stessa Laura EPHRIKIAN, ha concluso leggendo "Le sindromi della pace", tratto dal saggio "Lettura grafologica dell'alfabeto armeno".
+
Convegno n. 559

#SOCIALPOLITICSDAY: LE ELEZIONI AL TEMPO DEI SOCIAL
10 aprile 2018 | Salone AngiolilloPalazzo Wedekind piazza Colonna, 36600187 Roma
Cosa è cambiato e cosa succederà nella politica italiana 2.0, potrebbe sintetizzarsi così l’incontro svoltosi martedì 10 aprile 2018, nel salone Angiolillo di Palazzo Wedekind, in piazza Colonna, a Roma, nella splendida sede della storica testata romana, “il Tempo”, ed intitolato “- #SocialPoliticsDay: Le elezioni al tempo dei social. Conversazioni e sentiment in rete spiegano perché gli italiani hanno deciso di cambiare tutto e cosa si aspettano dal governo che verrà”.Un evento incentrato sul lavoro di ricerca congiunto che SocialCom, la digital community attiva nel monitoraggio, la valutazione e l’anticipazione delle tendenze nell’ambito della comunicazione digitale ha realizzato, assieme alla piattaforma di analisi dei contenuti online, Talkwalker, ed al quotidiano “il Tempo”. Un lavoro basato sull’analisi delle conversazioni e del sentire degli utenti della rete nel periodo precedente e successivo alle ultime elezioni politiche del 2018. Attorno alla ricerca si è sviluppato un dibattito che ha coinvolto politici, giornalisti, professionisti della comunicazione digitale, istituzioni e spin doctor del panorama politico italiano. Della ricerca che indaga su come la politica corra e si sviluppi in rete, ha parlato Anna Beduschi, marketing officer per l'Italia di Talkwalker, un’azienda che riesce a offrire una copertura globale del fenomeno, monitorando oltre 150 milioni di fonti online.Tra gli altri, presente al dibattito anche Antonio Palmieri, deputato e responsabile nazionale web di Forza Italia, con alle spalle più di venti anni di presenza quotidiana online ed autore dell’ebook “Internet e comunicazione politica”. In merito alle tematiche del convegno si è espresso anche il neo deputato toscano, Giovanni Donzelli, di Fratelli d’Italia, profondo conoscitore e utilizzatore dei social media. Sulle evidenze messe in luce dalla ricerca, si è soffermato Luca Ferlaino, alla guida della digital community SocialCom, che assieme a Talkwalker ed al quotidiano Il Tempo, ha condotto l’analisi su politica e comunicazione digitale.
+
Presentazione di libri n. 557

AGROMAFIE E CAPORALATO - QUARTO RAPPORTO
13 luglio 2018 | Centro Congressi Cavour via Cavour, 50/A00184 Roma
Venerdì 13 luglio 2018 al Centro Congressi Cavour , in via Cavour a Roma È stato presentato il libro - Agromafie e Caporalato - Quarto Rapporto – a cura dell’Osservatorio Placido Rizzotto, Flai Cgil, edito dalla Casa editrice Bibliotheka EdizioniIl Rapporto suddiviso in quattro parti, si focalizza su agromafie e caporalato, un business illegale che produce quasi 5 miliardi di euro l’anno e che coinvolge circa 30 mila imprese italiane. L’Osservatorio placido Rizzotto fa il punto sull’economia mafiosa ed illegale nel settore alimentare e sull’applicazione della legge 199/2016 che ha introdotto il reato penale di intermediazione illecita, con un’analisi della condizione dei 400 mila lavoratori migranti sfruttati nell’agricoltura italiana e uno studio delle norme di contrasto - con l’esame di sette storie di sfruttamento in sette regioni italiane – ed un focus sulle principali organizzazioni criminali straniere, in particolare sulla mafia bulgaraLa presentazione del quarto rapporto su Agromafie e Caporalato si è svolto alla presenza del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico Ad introdurre il rapporto su Agromafie e Caporalato è stato Roberto IOVINO dell’Osservatorio Placido Rizzotto, Flai CgilA seguire ha preso la parola il segretario generale della Flai, la Federazione Lavoratori AgroIndustria della Cgil, Ivana GALLISul tema è intervenuto anche il docente e ricercatore del Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche alla Sapienza Università di Roma Francesco CARCHEDI, coordinatore del comitato scientifico dell'osservatorio Placido RizzotoContro la reintroduzione dei voucher in agricoltura l’atteso l’intervento di Susanna CAMUSSO Segretario Generale della CGIL, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro, che ha detto no ad un lavoro privo di diritti Presente all’incontro anche l’onorevole ed ex presidente della Camera Laura Boldrini, A raccontare la sua storia Khadim Gaye, senegalese che per anni ha raccolto arance, mandarini e olive nella piana di Gioia Tauro in Calabria, sfruttato e vittima di caporalato ed oggi sindacalista di strada dalla Flai Cgil Molto importante la presenza del prefetto Iolanda ROLLI commissario straordinario del governo per il contrasto al fenomeno del caporalato nell’area del Comune di Manfredonia,. A seguire ha preso la parola anche Andrea POLICHETTI Commissario Straordinario del Governo per l’area del Comune di San Ferdinando, in Calabria, una delle aree più colpite dallo sfruttamento dei lavoratoriDi una rete del lavoro di qualità come marchio etico riconoscibile dai consumatori, ha parlato il sottosegretario al ministero delle Politiche agricole, Alessandra PESCEA ricordare come agromafie e caporalato non siano un problema che riguarda solo gli stranieri e non siano una questione solo del Sud”, è intervenuto il professore di Diritto degli stranieri presso l’Università di Firenze, Emilio Santoro, Direttore del Centro Interuniversitario, L’Altro Diritto. Presente anche il procuratore della repubblica de l'Aquila David MANCINI Sulla legge 199/2016 è tornata anche la vicepresidente della commissione agricoltura del senato Elena FATTORIA difesa della legge contro il caporalato si è espressa anche la vicepresidente della commissione agricoltura della Camera Susanna Cenni
+
Convegno n. 556

KNOWLEDGE MANAGEMENT PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO
13 aprile 2018 | Aula P4 Facoltà di Economia Università degli Studi di Roma Tor Vergata via Columbia, 200133 Roma
Venerdì 13 aprile 2018, nell’Aula P4 della Facoltà di Economia dell’Università di Tor Vergata, in via Columbia, a Roma, si è svolto il convegno intitolato “Knowledge Management per lo Sviluppo Locale Integrato, Geoparchi, MAB, Patrimonio Materiale e Immateriale”.Dopo i saluti istituzionali, ha aperto i lavori, il moderatore dell’evento, il professore e manager di fama internazionale, Maurizio Quagliolo, Segretario Generale di HERITY International, l'organizzazione mondiale per la Certificazione di Qualità della Gestione del Patrimonio Culturale, che ha tenuto un’introduzione sul Knowledge Management come strumento per le decisioni: Valore, Conservazione, Comunicazione e Servizi nella gestione del Patrimonio Culturale di un territorio per l’individuazione di priorità e coesioni, subito dopo sono cominciati gli interventi degli esperti presenti: tra loro Paola Paniccia, professore ordinario di Economia e gestione delle imprese presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che ha parlato del ruolo della conoscenza nello sviluppo dei territori .Sempre per il Dipartimento di Management e Diritto della Facoltà di Economia di Tor Vergata, la ricercatrice Silvia Baiocco, è intervenuta sull’approccio co-evolutivo per lo sviluppo locale. A seguire la Coordinatrice di HERITY Italia, Gaia Marnetto, ha parlato dell’Ecomuseo contemporaneo: nuove dinamiche per spazi, tempi e attori attraverso la gestione della conoscenza collettiva. Tra gli ospiti anche il Direttore del Parco del Po Torinese, Ippolito Ostellino, che si è soffermato sull’importanza della sistematizzazione del complesso delle conoscenze per la gestione di un’area UNESCO MAB .Il Presidente del Parco dei Castelli Romani, Sandro Caracci ha tenuto invece un intervento incentrato sul significato del Patrimonio naturale e culturale, materiale o immateriale in un’area periurbana a certificazione HERITY: le azioni in corso.Per una prospettiva olistica della gestione territoriale: il Cilento come laboratorio per la quinta urbanità è stato al centro della relazione dell’economista Pasquale Persico. Dopo la pausa si è aperta la tavola rotonda: Patrimonio Culturale, Ambiente, Turismo nei borghi e nei grandi attrattori: per una interazione di conoscenze e qualità, a cui hanno partecipato esperti di primo piano, come il Manager Giampiero Cocco, l’Architetto e professore Rosario Giuffré, Il professore e Giornalista Gavino Maresu e Giordana Castelli del DIITET-CNR Il Dipartimento di ingegneria, Ict e tecnologie per l'energia e trasporti del Consiglio nazionale delle ricerche.
+
Convegno n. 555

RAZZA RAZZISMI CULTURE
17 aprile 2018 | Sala ConsiliareII Municipio via Goito, 3500185 Roma
Capire il razzismo per combatterne l’avanzata, potrebbe essere questo il sottotitolo convegno intitolato “Razza, razzismi, culture”, svoltosi MARTEDÌ 17 APRILE 2018, nella Sala Consiliare del II Municipio, in via Goito, a RomaA presentare il IV INCONTRO “IN ITINERE”, incontri itineranti, in collaborazione con Aracne Editrice – per la collana Attraversamenti di culture, l’avvocato Angela SCALZO di SOS razzismoSubito dopo ha preso la parola il coordinatore scientifico, il saggista, psichiatra e psicoterapeuta transculturale Alfredo ÀNCORA fondatore di “tenera mente onlus”Ad aprire di fatto i lavori è stata la Professoressa di Sociologia delle relazioni etniche presso il Dipartimento di Scienze sociali ed economiche della Sapienza Università di Roma, Marcella DELLE DONNE, grande esperta di legislazione europea in tema di diritto d’asilo, e di politiche di accoglienza. “Multicolore o multiculturale?”, a chiederselo è stato il professor Ciro PIZZO, dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napolidi uno dei gruppi più presi di mira dal razzismo si è occupato il professore della Sapienza di Roma, Marco BRAZZODURO, presidente di “cittadinanza e minoranze” ne “I Rom questi sconosciuti”dopo la pausa sono ripresi gli interventi, con lo Psichiatra e Professore di Psichiatria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Emanuele CAROPPO, che si è chiesto “La psiche ha un colore?”ad esplorare il razzismo oltre confine ci ha pensato la psicologa Simona MAGAZZÙ, ne ”Il razzismo fuori: l’esperienza in Kosovo”di “Razzismo e culture” ha trattato l’antropologa Francesca CHIANESE,“Il Rumeno: il diverso di turno” è stato l’incipit dell’intervento di Concetta RICCIARDI, Psicologa, membro fondatore dell’associazione Spirit Romanesc Onlus di cui è vicepresidente
+
Convegno n. 554

RI-COSTRUIRE LA VITA
21 aprile 2018 | Aula IIIstituto di PsicologiaUniversità Pontificia Salesiana piazza dell'Ateneo Salesiano, 100139 Roma
Ricominciare a vivere anche quando non restano che macerie.Questo il senso profondo di: “Ri-Costruire la vita. Ricerca di senso e crescita post-traumatica nel terremoto di Onna e L’Aquila”.Il convegno sul tema della resilienza e della ricerca di senso nelle vittime del terremoto de l’Aquila e Onna, promosso dall’ALÆF e dall’Associazione Lutto e crescita – Grief & Growth, si è svolto sabato 21 aprile 2018, nell’Aula 2 dell’Istituto di Psicologia, dell’Università Pontificia Salesiana , in piazza dell'Ateneo Salesiano, a Roma.L’introduzione all’evento è stata affidata allo Psicoterapeuta e Docente dell’Università Pontificia Salesiana, Domenico Bellantoni.Il benvenuto è stato dato dal Professore dell’Università Cattolica del S. Cuore, Daniele Bruzzone, Presidente ALÆF, associazione organizzatrice del convegno.Lo Psicoterapeuta e Docente della Pontificia Facoltà di Scienze dell’educazione Auxilium, Alfredo Altomonte, ha tenuto una relazione sulla ricerca svolta ad Onna e a L’Aquila.A seguire la toccante testimonianza di Concetta Trecco direttrice del Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell'Aquila, sopravvissuta al terremoto.Della tragedia ha parlato anche don Antonio Giuliano, Salesiano e Vice-Parroco del Progetto “C.A.S.E. Bazzano”.Di ricerca di senso e crescita post-traumatica, ha parlato la Psicoterapeuta, Docente dell’Università Pontificia Salesiana, Maria Luisa De Luca, Presidente dell’Associazione “Lutto e crescita – Grief & Growth”.Un’altra testimonianza drammatica è stata quella del giornalista Giustino Parisse scampato al terremoto. Di sofferenza e ricerca di senso in una prospettiva pedagogica, si è occupato il Docente dell’Università degli Studi della Sapienza, Università di Roma, Furio Pesci.Paola Versari, Psicoterapeuta e Vice-Presidente ALÆF, si è soffermata sulla lezione di Viktor Emil Frankl uno dei fondatori dell'analisi esistenziale.Presente alla consegna dei Diplomi agli studenti della (SCEF),Francesco Reposati Psicoterapeuta, Direttore della SCEF, la Scuola di Counseling Esistenziale Frankliano.
+
Convegno n. 552

DALLA TV AI SOCIAL LA COMUNICAZIONE POLITICA NELLA TERZA REPUBBLICA
11 aprile 2018 | Aula 2Scuola di Lettere Filosofia LingueUniversità Roma Tre Via Ostiense, 234-23600146 Roma
Mercoledì 11 aprile 2018, nell’aula 2 della Scuola di Lettere Filosofia e Lingue dell’Università Roma Tre, in Via Ostiense a Roma, si è svolto il convegno “Dalla tv ai social la comunicazione politica nella terza repubblica”, promosso dagli studenti del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e del corso di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi Roma Tre. Un incontro per discutere delle nuove forme comunicative introdotte dalla rete e dai social nella politica odierna. Un mutamento radicale sintetizzabile nella possibilità del cittadino di avere un’interazione diretta con la politica e sempre più capace di aggirare e superare la fruizione passiva che connotava i vecchi media ed in particolare la televisione. Il convegno a cui hanno preso parte tanti professionisti è stato moderato dal giornalista Vincenzo Bisbiglia de ilfattoquotidiano.it.Ad aprire l’incontro il professore di Filosofia del Linguaggio e della comunicazione all’Università degli Studi Roma Tre Francesco Ferretti.Ha poi preso la parola Stefano Berardo studente di Roma tre. È quindi stata la volta del attesissimo ex deputato del MoVimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista, attivista di una forza politica nata dalla rete e che più di ogni altra ha fatto un uso costante e innovativo dei social. Ad animare il dibattito anche Paolo Celata noto giornalista del tg de La7.Tra gli esperti anche Alessandro Misuri cofondatore del sito sartoriapolitica.it, agenzia romana di consulenza politica, che cura campagne mediatiche di comunicazione basate in gran parte sui social media.A prendere la parola anche il giornalista Giorgio La Porta di centro-destra.itSui mutamenti in atto si è soffermata anche la professoressa di Storia dei Linguaggi della radio e della televisione all’Università Roma Tre Anna Bisogno.Al tavolo anche la Giornalista del Corriere della Sera Manuela Pelati, professoressa di Giornalismo all’Università degli Studi Roma TreUn contributo importante anche quello di Edoardo Novelli professore di Comunicazione Politica all’Università degli Studi Roma Tre.Le conclusioni sono state affidate al senatore accademico dell'Università Roma Tre, il dottor Andrea Rapisarda di Azione universitaria, in chiusura dell’evento è intervenuto anche Enrico De Felice.
+
Convegno n. 549

CONCERTI DI STUDIO DI PRIMAVERA
11 aprile 2018 | Aula “Sabatino Moscati”Facoltà di lettere e FilosofiaUniversità di Roma Tor Vergata via Columbia, 100133 Roma
Mercoledì 11 aprile 2018, presso l’Aula “Sabatino Moscati” nella Facoltà di lettere e Filosofia dell’Università di Tor Vergata, in via Columbia, a Roma, il Master in Sonic Arts ha presentato la quarta edizione del Ciclo di concerti di Musica Elettro-acustica intitolato “Concerti di studio di primavera”. Per quest’anno sono previsti 4 appuntamenti inseriti nell’ambito del Corso di “Analisi e composizione di musica elettroacustica” del Master in Sonic Arts. Ogni appuntamento è dedicato ad un tema di rilievo della musica contemporanea elettroacustica ed oltre al concerto, seminari e dibattiti cercheranno di attrarre gli studenti ad eventi musicali di livello internazionale, coinvolgendo nell’ascolto di una musica poco conosciuta a livello mediatico anche professori di materie diverse Ad aprire il convegno è stato l’ingegnere Giovanni Costantini, Direttore del Master in “Sonic Arts” e del Corso di formazione in “Music Production”, istituiti presso l’Università di Roma “Tor Vergata” sin dal 2011.A seguire ha preso la parola il coordinatore del "Festival Internazionale di Musica Elettroacustica del Conservatorio di Santa Cecilia, Giorgio Nottoli, musicista che al Master in Sonic Arts ha insegnato "Composizione di musica elettroacustica" e "Tecniche di analisi della musica elettroacustica", dell’iniziativa ha parlato anche il musicista e insegnante di musica elettronica Leonardo Cicala.al tavolo anche Mario Mary laureato in Estetica, scienza e tecnologia delle arti all’Università di Parigi, insegnante di composizione elettroacustica all’accademia di musica Principe Ranieri, nel principato di Monaco.al dibattito ha preso parte anche Adolfo Núñez maestro di composizione per chitarra e ingegnere industrialeall’incontro ha partecipato anche Daniel Schachter musicista argentino che sin dal 1989 ha fatto della musica elettro acustica la sua specialità.Al termine del seminario, si è tenuto, all’interno dell’Auditorium Ennio Morricone, il concerto realizzato da Roma Sinfonietta in collaborazione con il Master in Sonic Arts – Tecnologie e arti del suono - dell’Università di Tor Vergata.
+
Presentazione di libri n. 548

SAGGIO DI CONTROCONQUISTA
1 giugno 2018 | Sala ConvegniAmbasciata del Messico - Roma via Lazzaro Spallanzani, 1600161 Roma
Presentazione di libri n. 547

AZIONI PARALLELE
23 maggio 2018 | Galleria La Nuova Pesa via del Corso, 53000186 Roma
Mercoledì 23 maggio 2018, presso la Galleria La Nuova Pesa, in via del Corso, a Roma, all’interno di Idea della Filosofia, la serie di incontri seminariali tenuti da Lucio Saviani e organizzati da La Società Filosofica Europea di Ricerca e Alti Studi, si è svolto il Dialogo tra Lucio Saviani e Francesco Leggio in merito alla rivista annuale di filosofia “Azioni Parallele. Quaderni d’Aria, numero 3, 2016”, edita da Aracne Editrice. Il dibattito ha coinvolto anche la redazione della rivista “Azioni Parallele”, già vincitrice della decima edizione del Premio Nazionale di Filosofia “Le figure del pensiero”, nella sezione Rivista Filosofica.La rivista, Azioni Parallele, riprende, declinandolo al plurale, Azione parallela, il nome del gruppo in cui confluirà il protagonista di “L’uomo senza qualità”, il monumentale romanzo incompiuto del grande scrittore austriaco Robert Musil. Un’opera dove il romanzo si mescola col saggio e profondamente permeata dalla filosofia, in particolare da quella di Friedrich Nietzsche La rivista Azioni Parallele, edita da Aracne Editrice, vuole delineare musilianamente segmenti e profili, campi e ombre del presente minacciato dall’estinzione dei propri strumenti di rappresentazione, e rilevare al contempo la filosofia come arte di svelamento e di scavo che porti anche ad una pratica di saggezza e di ben vivere.A discutere della pubblicazione nel corso del suo seminario il filosofo, saggista e professore universitario, Lucio Saviani, uno dei massimi esponenti dell’ermeneutica in Italia, tradotto in Europa e in America. Socio fondatore della Società Filosofica Europea di Ricerca e Alti Studi e della Scuola Superiore Internazionale di Studi Filosofici.Ospite dell’appuntamento il professore dell’Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT) Francesco LeggioAlla discussione filosofica ha partecipato anche il ricercatore e docente di liceo, Aldo Meccariello, direttore della rivista ”Azioni Parallele”.Al tavolo anche l’architetto e docente di storia dell’arte al liceo, Andrea Bonavoglia che dal 2014 co-dirige «Azioni Parallele», occupandosi in particolare di Arte e Architettura del Novecento.Presente all’evento, il dottor Giuseppe D’Acunto docente di Filosofia del linguaggio presso l’Università Europea di Roma e membro del comitato di redazione di Azioni ParalleleAltro membro del comitato di redazione, il saggista e scrittore Antonio Infranca docente di filosofia in Italia, Argentina e SpagnaHa partecipato all’incontro anche il docente di filosofia al liceo, Massimo PIERMARINI, membro del comitato redazionale della rivista annuale ”Azioni Parallele”, edita da Aracne Editrice.
+
Convegno n. 547

CONSIGLIO GENERALE NAZIONALE
9 aprile 2018 | Centro Giovanni XXIII via Colle Pizzuto, 200044 Frascati
Si è svolto nelle giornate del 9 e 10 aprile 2018 presso il Centro Giovanni XXIII in via Colle Pizzuto, a Frascati, il Consiglio Generale Nazionale indetto dalla Federazione nazionale sicurezza della Cisl, la Confederazione italiana sindacati lavoratori. Ad intervenire è stato Pompeo Mannone, segretario generale della Fns Cisl, sindacato che si batte per l’affermazione dei diritti sindacali di tutti i Corpi di Polizia anche di quelli ad ordinamento militare del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico”.Dopo l’intervento del leader della Fns è stato presentato il libro: “La Psicologia strategica per una professione ad alto rischio”, del dottore in Comunicazione, media e advertising ed in psicologia delle organizzazioni, Massimo Dagnino, vigile coordinatore operativo.Il volume, edito da Aracne Editrice, studia le strategie psicologiche rivolte alle figure professionali che intervengono in situazioni di soccorso urgente ed offre gli strumenti per poter affrontare sia da un punto di vista operativo che mentale le fasi critiche di un lavoro importante e difficile che deve utilizzare la prevenzione psicologica, al fine di suggerire comportamenti e condotte adeguati alle situazioni di emergenza, attivando la capacità di autodeterminazione, migliorando il benessere dell’individuo e quindi l’organizzazione del lavoro.Presente all’incontro sindacale anche il segretario generale della Federazione Nazionale della Sicurezza di Catania, Antonio Sasso, a discutere dell’importante tematica anche Sergio Scalzo, segretario generale territoriale della FNS CISL di Lecce.
+
Presentazione di libri n. 542

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE DI POLIZIA
13 maggio 2018 | Padiglione 2Salone Internazionale del Libro via Nizza, 29410126 Torino
Convegno n. 541

DIFENDIAMO IL FUTURO
21 marzo 2018 | Sala della PromotecaCampidoglio piazza del Campidoglio, 5500186 Roma
Mercoledì 21 marzo 2018, nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, in piazza del Campidoglio, a Roma, si è svolto il Convegno dal titolo: Difendiamo il futuro, organizzato dal vertice nazionale dei Carabinieri Forestali, dalla Giunta Capitolina e da Accademia Kronos, ente di protezione naturale riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente.Il Convegno volto ad affrontare gli Effetti dei cambiamenti climatici sulla vita dei cittadini ha presentato i contributi di famosi climatologi, e di esponenti scientifici del CNR e dell’ENEA.In apertura i saluti istituzionali dell’assessore all’ambiente del comune di Roma, Giuseppina Montanari. A dare inizio alla tavola rotonda è stato il Comandante dell’Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri, Antonio Ricciardi.A seguire l’intervento dell’imprenditore Franco Floris Presidente e fondatore dell’Accademia Kronos, fra i fautori dell’istituzione del Santuario dei Cetacei,Il momento centrale del convegno è stato rappresentato dall’intervento dei Relatori:Antonello Pasini, ricercatore dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, che con il suo blog ha vinto il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2016, ha parlato di “Cambiamenti climatici: l’evoluzione in corso”.Nel suo intervento, il Segretario Generale della Federazione Mondiale di Ostetricia e Ginecologia, Giancarlo Di Renzo, ha toccato “L’incidenza dei cambiamenti climatici sulle madri e sui feti umani”.A seguire è stata presentata la campagna:” io faccio la mia parte” ed il premio internazionale “We Are Doing Our Part”, a cui sono intervenuti tanti ospiti. Lo scrittore e autore televisivo Oliviero Sorbini responsabile della comunicazione di Bandiera Blu Italia e dal 2014 membro del Consiglio direttivo dell’associazione 1ambientalista Accademia Kronos. attivo fin dagli anni ottanta nella comunicazione socio-istituzionale per progetti culturali inerenti alla problematica ambientale. A seguire si è solta una tavola rotonda moderata dal giornalista Marco Gisotti, direttore del magazine Tekneco e conduttore della trasmissione Wikiradio in onda su Radio3.Tra i presenti Roberto Zuccolini collaboratore del Corriere della Sera e portavoce della comunità di Sant’Egidio.
+
Convegno n. 540

SÌ ALLA RIFORMA PENITENZIARIA
13 marzo 2018 | Residenza di Ripetta via di Ripetta, 23100186 Roma
Cambiare il carcere per riportarlo nel sentiero della legalità, è questo il senso del Convegno, organizzato dalla Camera Penale di Roma e dall’ Unione delle Camere Penali Italiane e intitolato "Sì alla riforma penitenziaria”.All’evento svoltosi il 13 marzo 2018 presso la residenza di Ripetta, in via di Ripetta a Roma,sono intervenuti tanti ospiti di rilievo.Ad aprire il convegno è stato l’avvocato Cesare Placanica, presidente della Camera Penale di Roma. Subito dopo è stata la volta di Laura Longo già Magistrato di Sorveglianza del Tribunale di Roma. Sentito l’intervento del presidente nazionale dell'Associazione Antigone, Patrizio Gonnella. Con Giovanni Maria Flick giurista e presidente Emerito della Corte Costituzionale, la discussione si è spostata sui diritti che la nostra carta garantisce al detenuto. Importante anche il parere di Riccardo De Vito presidente di Magistratura Democratica. Molto ascoltato anche l’intervento di Riccardo Polidoro, responsabile dell'Osservatorio Carcere dell'Unione Camere Penali Italiane. A succedergli, il presidente dell'Associazione tra gli studiosi del Processo Penale, Gianluca Tognozzi, per il Direttivo della Camera Penale di Roma, ha quindi preso la parola Giorgio Spangher. Vivace e per nulla scontato il parere offerto dall’attrice Marisa Laurito, è stata quindi la volta di Rita Bernardini, coordinatrice della Presidenza del Partito Radicale, impegnata da anni nelle carceri con iniziative volte a mantenere la pena nel solco dei diritti umani. Altro intervento di spessore quello del Procuratore Generale presso la Suprema Corte di Cassazione, Vitaliano Esposito. A seguire, il giornalista Piero Sansonetti, direttore del quotidiano Il Dubbio, subito dopo ha preso la parola anche Claudio Moreno, ambasciatore presso ministero affari esteri. A chiudere il convegno il presidente dell'Unione delle Camere Penali Italiane Beniamino Migliucci.
+
Presentazione di libri n. 538

RAGAZZE DI IERI
14 maggio 2018 | Spazio Incontri Salone Internazionale del Libro via Santa Teresa, 1510121 Torino
Si intitola “Ragazze di ieri”, il libro scritto da Elena Accati ed edito da L’ Artistica Editrice, presentato lunedì 14 maggio 2018, al 31esimo Salone Internazionale del Libro di Torino, nello Spazio Incontri, di via Santa Teresa, nella città della Mole Antonelliana. La massima kermesse editoriale italiana, appuntamento culturale imperdibile, che quest’anno aveva come tema il futuro con le sue grandi incognite, ha ospitato il libro della professoressa del Dipartimento di Agronomia, Sezione di Floricoltura dell’Università di Torino, Elena Accati.Il romanzo è costruito sull’amicizia tra due ragazze adolescenti che, negli anni ’50, diventano donne attraversando una serie di accadimenti che coinvolgono anche le loro famiglie, offrendo due stili di vita diversi nell’Italia che fu, sullo sfondo di una Torino operaia, in cui l’eco di una Calabria poverissima giunge lontana e tanto diversa dal mare di Alassio, dove l’estate sembra non poter finire mai.A presentare “Ragazze di ieri”, assieme ad Elena Accati autrice del libro edito da Aracne editrice, è intervenuta la professoressa di lettere Margherita Oggero, i cui romanzi, tradotti in più lingue, hanno ispirato un film e 4 serie televisive, già autrice di testi teatrali e programmi radiofonici per la RaiAlcune delle pagine più intense del libro “Ragazze di ieri”, di Elena Accati sono state lette dall’attrice Carlotta Micol De Palma, una carriera costellata da tanti successi teatrali e molto nota al grande pubblico per aver preso parte a serie televisive come “Vivere” e “Cento vetrine”
+