Eventi
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Convegno n. 659

CHATEAUBRIAND: ROME ET L’EUROPE
4 ottobre 2018 | Centro di Studi italo-francesi, Romapiazza di Campitelli, 300186 Roma
Giovedì 4, venerdì 5 e sabato 6 ottobre 2018 al Centro di Studi italo-francesi, in piazza di Campitelli, a Roma si è svolto il convegno “Chateaubriand: Rome et l’Europe”, organizzato dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell’Università Roma Tre e dalla Société Chateaubriand, alla manifestazione hanno collaborato il Centro Studi Italo-Francesi, l’Università LUMSA, la Fondazione Primoli, l’Académie de France–Villa Medici, l’Institut français–Italia, l’Institut français–Centre Saint-Louis, l’École française di Roma, l’Université Jean Monnet–Saint-Étienne. L’evento inoltre è stato patrocinato dall’Ambasciata di Francia in Italia, dell’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede, dell’Association Italiques, dal Seminario di Filologia Francese, dalla Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura Francese e dalla Sapienza Università di Roma.Un appuntamento di portata eccezionale, per celebrare il 250° anniversario della nascita del visconte François-René de Chateaubriand scrittore, politico e diplomatico, considerato il fondatore del Romanticismo letterario francese.Una tre giorni che corona un’annata di manifestazioni dedicate , in Francia come in Italia, allo scrittore e tesa ad affrontare la dimensione internazionale di Chateaubriand che fu anche diplomatico e fondatore di un nuovo gusto estetico. Il convegno ha visto la presenza di tanti studiosi di altissimo livello. Ad aprire la tre giorni di studi il Professor Luca PIETROMARCHI Ordinario di Letteratura Francese, presso l’Università di Roma. Presenza importante quella di Michel DELON professore emerito di letteratura francese del diciottesimo secolo alla Sorbona di Parigi .Ad intervenire anche Patrizia OPPICI dell’Università degli Studi di Macerata. Altro nome molto importante, tra i tanti presenti all’appuntamento, quello di Aurelio PRINCIPATO Professore Ordinario di Lingua e letteratura francese e di Storia della lingua francese che ha insegnato in Italia e in Francia ed è stato autore di importanti ricerche linguistiche e filologiche. Molto apprezzato anche l’intervento della professoressa Elodie SALICETO dell’Università Jean Monnet di Saint-Etienne.
+
AGTA - Workshop n. 658

REINHOLD BAER PRIZE 2018
5 novembre 2018 | Aula SPL1Edificio 5Dipartimento di Matematica e ApplicazioniComplesso Universitario Monte Sant’AngeloUniversità degli Studi di Napoli Federico II, Napoli
Si è svolta a Napoli, lunedì 5 novembre 2018, la consegna del premio internazionale “Reinhold Baer Prize 2018” per tesi di dottorato in teoria dei gruppi e le sue applicazioni. Promosso dall'Associazione “AGTA - Advances in Group Theory and Applications” e dall'Aracne editrice, il premio, del valore di 1.000 euro, è dedicato alla memoria dell'algebrista tedesco, che con le sue ricerche, diede inizio ad un'importante scuola nell'ambito della teoria dei gruppi. L'evento si è svolto presso il Dipartimento di Matematica e Applicazioni del Complesso Universitario Monte Sant'Angelo dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”. L'obiettivo del riconoscimento è quello è quello di sostenere l'attività scientifica di giovani ricercatori a livello internazionale, come spiegato da Francesco De Giovanni, Presidente dell'Associazione promotrice del premio. Vincitore dell'edizione 2018 del “Reinhold Baer Prize” è Gareth Tracey, dell'Università inglese di Bath, con la sua tesi di dottorato su “La generazione minima di gruppi di permutazione transitivi”. Geoffrey Janssens, della Libera Università di Bruxelles, ha invece ricevuto una Menzione Speciale per la tesi “Identità delle algebre affini e il loro comportamento asintotico”. Ha consegnato il premio l'editore di Aracne, Gioacchino Onorati. L'evento è stato occasione di un Workshop dedicato alla presentazione di ricerche sulla teoria dei gruppi e le sue applicazioni. Ad intervenire sono stati Andrea Lucchini dell'Università degli Studi di Padova, Marco Trombetti dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Gareth Tracey e Geoffrey Janssens, che hanno presentato le loro tesi premiate, con la partecipazione di studenti e ricercatori della materia di livello internazionale.
+
AGTA - Workshop n. 657

REINHOLD BAER PRIZE 2018
5 novembre 2018 | Aula SPL1Edificio 5Dipartimento di Matematica e ApplicazioniComplesso Universitario Monte Sant’AngeloUniversità degli Studi di Napoli Federico II, Napoli
Si è svolta a Napoli, lunedì 5 novembre 2018, la consegna del premio internazionale “Reinhold Baer Prize 2018” per tesi di dottorato in teoria dei gruppi e le sue applicazioni. Promosso dall'Associazione “AGTA - Advances in Group Theory and Applications” e dall'Aracne editrice, il premio, del valore di 1.000 euro, è dedicato alla memoria dell'algebrista tedesco, che con le sue ricerche, diede inizio ad un'importante scuola nell'ambito della teoria dei gruppi. L'evento si è svolto presso il Dipartimento di Matematica e Applicazioni del Complesso Universitario Monte Sant'Angelo dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”. L'obiettivo del riconoscimento è quello è quello di sostenere l'attività scientifica di giovani ricercatori a livello internazionale, come spiegato da Francesco De Giovanni, Presidente dell'Associazione promotrice del premio. Vincitore dell'edizione 2018 del “Reinhold Baer Prize” è Gareth Tracey, dell'Università inglese di Bath, con la sua tesi di dottorato su “La generazione minima di gruppi di permutazione transitivi”. Geoffrey Janssens, della Libera Università di Bruxelles, ha invece ricevuto una Menzione Speciale per la tesi “Identità delle algebre affini e il loro comportamento asintotico”. Ha consegnato il premio l'editore di Aracne, Gioacchino Onorati. L'evento è stato occasione di un Workshop dedicato alla presentazione di ricerche sulla teoria dei gruppi e le sue applicazioni. Ad intervenire sono stati Andrea Lucchini dell'Università degli Studi di Padova, Marco Trombetti dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Gareth Tracey e Geoffrey Janssens, che hanno presentato le loro tesi premiate, con la partecipazione di studenti e ricercatori della materia di livello internazionale.
+
Convegno n. 655

FIN DA BAMBINA ALLO SPECCHIO
24 ottobre 2018 | Sala del CarroccioCampidoglio, Romapiazza del Campidoglio, snc (Palazzo Senatorio)00186 Roma
Mercoledì 24 ottobre 2018, nella Sala del Carroccio di Palazzo Senatorio, in piazza del Campidoglio, a Roma, si è tenuto il convegno “Fin da bambina allo specchio”. Un confronto promosso dalla Consulta femminile Interassociativa di Milano, in sinergia con il Cenpis Orion i cui atti saranno pubblicati nel trimestrale Eudonna magazine di dicembre 2018 edito da Il Sexstante.Una discussione sull’immagine che la donna ha di sé e su quella riflessa da un mondo che la circonda senza comprenderne del tutto i pensieri, i sentimenti, il corpo che cambia. Ne emerge un femminile che troppo spesso resta vittima di stereotipi costruiti e modellati da una cultura maschile e, come purtroppo dimostrano i tanti casi di stalking e femminicidio, anche maschilista. Un modo per fare fronte comune e per formare nella bambina di oggi la donna di domani. Ad aprire e introdurre i lavori il saluto di larga parte delle istituzioni a cominciare dal Consigliere per i beni Culturali Daniela TISI. A seguire l’intervento del consigliere capitolino Davide BORDONI.Ad introdurre le tematiche del convegno, Laura CARADONNA presidente della Consulta Femminile Interassociativa di Milano, subito dopo è stata la volta dell’avvocato Maria Grazia MASELLA già Garante per l’infanzia e l’adolescenza. Ad aprire effettivamente i lavori, la consigliera dell’Associazione Donne Giuriste Italia di Milano, Daniela CAPELLO, che si è incentrata su “L’importanza delle “regole”.Il presidente del Cenpis Orion – psicosomatica e direttore centro ansia e stress, Antonio POPOLIZIO e Patrizia DEL SOLE, responsabile del centro ansia e stress, si sono soffermati su “Lo stress della donna moderna: figlia, madre, moglie, professionista”.La dottoressa Luisa DI LUZIO dell’Associazione Italiana Donne Medico, ha parlato de “Il mio corpo com’è e come cambia: la consapevolezza del proprio corpo. “L’immagine restituita” è stata alla base della narrazione di Susanna SCIAKY, presidente milanese dell’Associazione Donne Ebree d’Italia , organizzazione sionista internazionale delle donne La presidente del CIF provinciale, Maria Teresa COPPO GAVAZZI, ha affrontato il tema: “Libera dagli stereotipi”Il segretario nazionale del movimento italiano casalinghe, Camilla OCCHIONORELLI, è intervenuto su “ Piccole donne crescono.Deborah IMPERI, Presidente deell’ANIMEC, ha illustrato “ La violenza sulle donne e sulle categorie protette, lo stalking: limiti e contromosse”A Moderare il convegno oltre a Laura CARADONNA, anche il direttore trimestrale Eudonna magazine Mariapia CIAGHI.
+
Presentazione di libri n. 654

Benedetto XVI. Il primo papa emerito della storia
24 giugno 2019 | Sala Conferenze, Palazzo Theodoli Bianchelli, Camera dei deputati, Roma
Presentazione di libri n. 653

Benedetto XVI. Il primo papa emerito della storia
24 giugno 2019 | Sala Conferenze, Palazzo Theodoli Bianchelli, Camera dei deputati, Roma
Convegno n. 653

PASSATO PRESENTE E FUTURO DI SUBIACO E DEI COMUNI DELLA VALLE DELL'ANIENE
28 settembre 2018 | Sala BraschiComune di Subiacopiazza Sant’Andrea, 100028 Subiaco
Venerdì 28 settembre 2018 nella Sala Braschi, all’interno degli uffici comunali di piazza Sant’Andrea, a Subiaco, si è svolto il Convegno-dibattito “Passato presente e futuro di Subiaco e dei Comuni della Valle dell’Aniene”, organizzato dal Comitato cittadino Comuni Valle dell’Aniene.Al convegno erano attesi per la Regione Lazio l’On. Gian Paolo MANZELLA, Assessore per lo Sviluppo Economico e le Attività Produttive, e Cristiana AVENALI, responsabile da un paio di mesi del nuovo Ufficio di scopo per i Piccoli Comuni e i Contratti di Fiume.Assenti anche i presidenti delle associazioni degli artigiani e dei commercianti sublacensi.Il sindaco di Subiaco Francesco PELLICCIA e il professor Sergio TOZZI, presidente del Comitato cittadino, hanno aperto i lavori sul tema centrale del convegno: “Subiaco e i comuni della Valle dell’Aniene si stanno spopolando?”, una riflessione a 360 gradi sulle prospettive che si aprono per Subiaco e i comuni limitrofi.Tanti gli interventi che sono seguiti, a cominciare da quello di Luciano ROMANZI presidente della X Comunità Montana dell’Aniene.E' stata quindi la volta del direttore del Parco Naturale Regionale Monti Simbruini Carlo DI COSMO, in “rappresentanza” del presidente Enrico Panzini, nominato il 13 gennaio 2017 dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e in attesa di riconferma. A seguire ha preso la parola Amelio LULLI presidente della Banca Centro Lazio Credito Cooperativo.Al dibattito hanno preso parte numerosi sindaci e amministratori della zona: Giacomo Troja, sindaco di Arcinazzo Romano; Settimio Liberati, sindaco di Camerata Nuova; Mariano Teodori, sindaco di Canterano; Adriano Alivernini, sindaco di Cervara di Roma; Silvio Grazioli, sindaco di Trevi nel Lazio; tra gli intervenuti figura anche Francesco Mezzaroma, ex sindaco di Vivaro Romano.Per la Gioacchino Onorati editore S.r.l. sono intervenuti: Ulisse Battagliese, Pietro De Angelis e Piergiorgio Panzini, testimoniando lo straordinario successo imprenditoriale della società, rappresentato in termini di occupazione e contrasto allo spopolamento nel comune di Canterano.Numerose sono state le soluzioni proposte contro le criticità riscontrate sul territorio a livello di economia, turismo e sviluppo, avanzate dai rappresentanti delle associazioni e dei cittadini.Prendendo spunto dal convegno Gioacchino Onorati ha invitato, lunedì 8 ottobre 2018 a Canterano, i 31 sindaci della Comunità Montana dell’Aniene alla presentazione del “Centro di Ricerca edA esempi di Architettura”, diretto da Olimpia Niglio, che ha tra i suoi principali obiettivi il contrasto allo spopolamento dei piccoli comuni.
+
Presentazione di libri n. 648

Dura lex sed lex. Storia e rappresentazione della Polizia di Stato dal 1852 alla Riforma del 1981
18 giugno 2019 | Archivio Storico della Presidenza della Repubblica, Palazzo Sant’Andrea, Roma
Si è svolta a Roma, martedì 18 giugno 2019, presso l'Archivio Storico della Presidenza della Repubblica di Palazzo Sant'Andrea, la presentazione del libro dal titolo "Dura lex sed lex. Storia e rappresentazione della Polizia di Stato dal 1852 alla Riforma del 1981" a cura di Raffaele Camposano e Fabio Santilli, pubblicato dal Centro Studi Gabriele Galantara.Il libro illustra la progressiva trasformazione nel tempo dei servizi di sicurezza, offrendo al lettore, attraverso una considerevole documentazione, arricchita da foto, interviste e articoli d’epoca, la possibilità di approfondire fatti ed episodi maturati nel corso dell'evoluzione della società italiana di cui la Polizia di Stato è stata testimone e parte integrante. L’evento di presentazione, introdotto dalla Sovrintendente dell’Archivio storico della Presidenza della Repubblica, Marina Giannetto, e moderato dal Direttore del Museo e Ufficio Storico della Polizia di Stato, Raffaele Camposano, ha visto gli interventi, del Prefetto e Consigliere di Stato, Carlo Mosca, dei professori Guido Salvatore Melis e Giovanna Tosatti, e di Giorgio Galeazzi del Centro Studi Gabriele Galantara. Un momento particolarmente toccante per tutti i presenti è stato l’intervento di Maria Vittoria Caputo, moglie di Fabio Santilli, fondatore del Centro Studi Gabriele Galantara, prematuramente scomparso, che tanta parte ha avuto nella ideazione e nella realizzazione dell’opera. L’intervento conclusivo dei lavori è stato del Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, il Prefetto Franco Gabrielli.
+
Convegno n. 648

LE PAROLE FANNO MALE PIÙ DELLE BOTTE
1 ottobre 2018 | Sala Petrolini, Castel Gandolfovia Prati, 600073 Castel Gandolfo
Convegno n. 647

PER UNA PEDAGOGIA SCOLASTICA. UN SAPERE PER LA CITTADINANZA
10 ottobre 2018 | Aula 4Dipartimento di Scienze Umane - Comunicazione, Formazione e PsicologiaLibera Università degli Studi “Maria SS. Assunta” (LUMSA), Romapiazza delle Vaschette, 101 (I piano-studio 10)00193 Roma
Mercoledì 10 ottobre 2018, nell’Aula 4 del Dipartimento di Scienze Umane - Comunicazione, Formazione e Psicologia, della LUMSA, la Libera Università degli Studi “Maria Santissima Assunta”, in piazza delle Vaschette a Roma,si è tenuto il convegno dal titolo “Per una pedagogia scolastica. Un sapere per la cittadinanza”.Al centro del dibattito il nuovo libro di Philippe Meirieu “Pedagogia. Dai luoghi comuni ai concetti chiave”, edito da Aracne Editrice ed a cura di Enrico Bottero.L’opera parte da un assunto: le discussioni sui problemi dell’educazione hanno spesso per oggetto dei luoghi comuni di cui nessuno indaga né racconta la storia. Nell’intento di fornire ad educatori e insegnanti i concetti chiave per affrontare al meglio il proprio mestiere, l’autore riprende i temi di fondo dell’educazione e dell’insegnamento, che troppo spesso vengono dati per scontati, quando invece costituiscono il vero senso dell’attività pedagogica e didattica.A presiedere l’incontro, il professore di Storia dell'educazione e Pedagogia generale presso l'università LUMSA di Roma. Giuseppe TOGNON, già Sottosegretario di stato per la ricerca scientifica e tecnologica nel I governo Prodi e Consigliere per le politiche della ricerca scientifica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.L’introduzione al dibattito è stata affidata al ricercatore e insegnante del Dipartimento di Scienze Umane. Comunicazione, Formazione e Psicologia della Lumsa di Roma, Vincenzo SCHIRRIPA. Ad entrare nel merito della tematica in oggetto è stato Enrico BOTTERO insegnante, Dirigente Scolastico e per molti anni ricercatore presso l’Istituto Regionale di Ricerca Educativa del Piemonte, che ha curato il testo scritto da Philippe Meirieu “Pedagogia. Dai luoghi comuni ai concetti chiave”, edito da Aracne Editrice.Al termine dell’introduzione la parola è passata all’autore: il professore emerito di Scienze dell’educazione all’Université Lumière Lyon 2 Philippe MEIRIEU, autore di libri tradotti in tutto il mondo, una figura di primissimo piano a livello internazionale e centrale nel dibattito pubblico francese, fautore di una pedagogia che tenga assieme sapere e capitale umano, conoscenze ed alunni.
+
Convegno n. 643

PERCORSI D’AUTORE
14 settembre 2018 | Antonello Colonna resort & S.p.A. via di Valle Fredda, 5200030 Labico
Certamen Cassirer n. 642

PRESENTAZIONE
II EDIZIONE CERTAMEN CASSIRER
28 settembre 2018 | Aula 3Edificio centraleUniversità degli Studi di Napoli “Federico II” corso Umberto I, 4080138 Napoli
Si è svolta venerdì 28 settembre 2018, all'Aula 3 presso l'Edificio centrale dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, la presentazione della seconda edizione del "Certamen Cassirer", l'iniziativa che si propone di portare negli istituti secondari superiori il pensiero del filosofo Ernst Cassirer, allo scopo di interrogare il presente attraverso una voce autorevole come quella di uno dei maggiori pensatori tedeschi del Novecento. Insieme agli studenti e ai docenti dei sei istituti di Napoli e provincia coinvolti nel progetto, sono intervenuti all'evento: il Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici della "Federico II", Edoardo Massimilla; il Prof. Riccardo De Biase, ricercatore di Storia della Filosofia; l'editore Gioacchino Onorati di Aracne editrice; Ivana D'Avanzo di "NapoliFilosofica"; Maria Scaglione, rappresentante dei docenti degli istituti partecipanti al "Certamen Cassirer". Promosso dall'Associazione culturale "NapoliFilosofica" in collaborazione con Aracne editrice e con il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, oggetto del corso, che si articolerà in quattro lezioni, per concludersi con la stesura di elaborati da parte degli studenti e la premiazione dei migliori lavori, è il rapporto tra fisica e filosofia. Nel corso della cerimonia inaugurale del secondo "Certamen Cassirer" è stata inoltre presentata e consegnata alle docenti degli istituti partecipanti all'iniziativa, la pubblicazione degli Atti della prima edizione, edita da Aracne.
+
Presentazione di libri n. 638

Il concetto di amicizia in Dante: la trasformazione di un concetto classico
27 maggio 2019 | Aula C.05, Dipartimento di Scienze della Formazione, Università degli Studi Roma Tre, Roma