Eventi
Convegni
 
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Convegno n. 751

Italian Master Startup Award 2019
17 maggio 2019 | Aula TL, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Roma
Si è svolto a Roma, venerdì 17 maggio 2019, presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", l'Italian Master Startup Award 2019, l’evento istituito dall'Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube che premia le giovani realtà hi-tech generate dalla ricerca accademica e che meglio evidenziano promettenti standard di performance, in termini di crescita e di risultati sul mercato. Un'edizione rinnovata che ha puntato a creare un ponte tra investitori, istituzioni italiane ed estere, startup e spinoff, come ha spiegato Paola PANICCIA, Coordinatore di Start Cup Lazio. All'Expo delle startup finaliste, ha preso parte il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo CASTALDO.Moderato dal giornalista Arcangelo ROCIOLA, l'evento è stato aperto dai saluti istituzionali di Maurizio TALAMO, Pro Rettore Terza Missione dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", e dal Vice Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Lorenzo FIORAMONTI, cui hanno fatto seguito Pietro SEBASTIANI, Ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede e Gianluca CUBADDA, Preside della Facoltà di Economia dell'Ateneo romano.Insieme a Paola PANICCIA, Coordinatore di Start Cup Lazio, hanno aperto i lavori dell'Italian Master Startup Award 2019 gli interventi di: Luigi PAGANETTO, Presidente della Fondazione Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"; Giovanni PERRONE, Presidente di PNICube; Alberto TRIPI, Presidente di Almaviva.A seguire si è svolta la Tavola Rotonda su "Sostenibilità, Innovazione e Startup" aperta dall'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Gian Paolo MANZELLA con gli interventi di Cristina BATTAGLIA, Responsabile Valorizzazione della Ricerca CNR; Silvia CIUCCIOVINO, Prorettore Rapporti con il mondo del lavoro presso l'Università degli Studi Roma Tre; Vittorio ROSATO, Dirigente di Ricerca presso l'ENEA; Francesco FERRANTE, Prorettore Terza Missione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e Giulio NATALIZIA, Vice Presidente con delega alle Start up innovative presso Unindustria Lazio. Ha concluso la tavola dei lavori la consigliera regionale presso il Consiglio Regionale del Lazio, Marta LEONORI, Componente dell'XI Commissione Sviluppo economico, attività produttive e start-up.Sono state 13 le startup finaliste che si sono disputate il primo premio, realtà innovative provenienti da tutta Italia, selezionate da una giuria composta da operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa. Ad aggiudicarsi il primo premio dell'Italian Master Startup Award 2019 è stata Bioscience genomics, spin-off dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", realtà rappresentata da Alessandra TACCONELLI che offre servizi nel campo della genomica, sfruttando le più recenti tecnologie di sequenziamento di nuova generazione.Oltre al primo premio, sono stati conferiti anche i premi speciali: "Laudato Si", istituito dall'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede e attribuito a Tecnosense; "Young Enterprise Initiative", assegnato dall'Ambasciata di Francia in Italia a Userbot; "Bright Future Ideas Award", promosso dal Department for International Trade dell'Ambasciata del Regno Unito e Consolato Britannico in Italia, congiuntamente a Smau, conferito a Userbot; "LVenture-Peekaboo", offerto dall'omonimo fondo di capitali di rischio per lo sviluppo di imprese innovative e dall'Associazione di innovatori Peekaboo, attribuito a Picosats; "Expanding in China", assegnato da Gianluca Fabbri, Cluster Manager Open City Smart Lab a Nextema, Leafspace, Umbria Bioengineering Technologies. A complimentarsi per l'ottima riuscita dell'evento è stata Maria Cristina SELLONI, Direttore del Dipartimento Turismo - Formazione Professionale e Lavoro presso il Comune di Roma Capitale.
+
Convegno n. 750

Italian Master Startup Award 2019
17 maggio 2019 | Aula TL, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Roma
Si è svolto a Roma, venerdì 17 maggio 2019, presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", l'Italian Master Startup Award 2019, l’evento istituito dall'Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube che premia le giovani realtà hi-tech generate dalla ricerca accademica e che meglio evidenziano promettenti standard di performance, in termini di crescita e di risultati sul mercato. Un'edizione rinnovata che ha puntato a creare un ponte tra investitori, istituzioni italiane ed estere, startup e spinoff, come ha spiegato Paola PANICCIA, Coordinatore di Start Cup Lazio. All'Expo delle startup finaliste, ha preso parte il Vice Presidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo CASTALDO.Moderato dal giornalista Arcangelo ROCIOLA, l'evento è stato aperto dai saluti istituzionali di Maurizio TALAMO, Pro Rettore Terza Missione dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", e dal Vice Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Lorenzo FIORAMONTI, cui hanno fatto seguito Pietro SEBASTIANI, Ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede e Gianluca CUBADDA, Preside della Facoltà di Economia dell'Ateneo romano.Insieme a Paola PANICCIA, Coordinatore di Start Cup Lazio, hanno aperto i lavori dell'Italian Master Startup Award 2019 gli interventi di: Luigi PAGANETTO, Presidente della Fondazione Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"; Giovanni PERRONE, Presidente di PNICube; Alberto TRIPI, Presidente di Almaviva.A seguire si è svolta la Tavola Rotonda su "Sostenibilità, Innovazione e Startup" aperta dall'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Gian Paolo MANZELLA con gli interventi di Cristina BATTAGLIA, Responsabile Valorizzazione della Ricerca CNR; Silvia CIUCCIOVINO, Prorettore Rapporti con il mondo del lavoro presso l'Università degli Studi Roma Tre; Vittorio ROSATO, Dirigente di Ricerca presso l'ENEA; Francesco FERRANTE, Prorettore Terza Missione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e Giulio NATALIZIA, Vice Presidente con delega alle Start up innovative presso Unindustria Lazio. Ha concluso la tavola dei lavori la consigliera regionale presso il Consiglio Regionale del Lazio, Marta LEONORI, Componente dell'XI Commissione Sviluppo economico, attività produttive e start-up.Sono state 13 le startup finaliste che si sono disputate il primo premio, realtà innovative provenienti da tutta Italia, selezionate da una giuria composta da operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa. Ad aggiudicarsi il primo premio dell'Italian Master Startup Award 2019 è stata Bioscience genomics, spin-off dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata", realtà rappresentata da Alessandra TACCONELLI che offre servizi nel campo della genomica, sfruttando le più recenti tecnologie di sequenziamento di nuova generazione.Oltre al primo premio, sono stati conferiti anche i premi speciali: "Laudato Si", istituito dall'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede e attribuito a Tecnosense; "Young Enterprise Initiative", assegnato dall'Ambasciata di Francia in Italia a Userbot; "Bright Future Ideas Award", promosso dal Department for International Trade dell'Ambasciata del Regno Unito e Consolato Britannico in Italia, congiuntamente a Smau, conferito a Userbot; "LVenture-Peekaboo", offerto dall'omonimo fondo di capitali di rischio per lo sviluppo di imprese innovative e dall'Associazione di innovatori Peekaboo, attribuito a Picosats; "Expanding in China", assegnato da Gianluca Fabbri, Cluster Manager Open City Smart Lab a Nextema, Leafspace, Umbria Bioengineering Technologies. A complimentarsi per l'ottima riuscita dell'evento è stata Maria Cristina SELLONI, Direttore del Dipartimento Turismo - Formazione Professionale e Lavoro presso il Comune di Roma Capitale.
+
Certamen Cassirer n. 747

Cerimonia di premiazione II edizione Certamen Cassirer (a.s. 2018–2019)
21 maggio 2019 | Aula Ex Catalogo Ligneo, Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Napoli
Si è svolta a Napoli, martedì 21 maggio 2019, all'Aula Ex Catalogo Ligneo presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, la cerimonia di premiazione della seconda edizione del "Certamen Cassirer", l'iniziativa che si propone di portare negli istituti secondari superiori il pensiero del filosofo Ernst Cassirer, allo scopo di interrogare il presente attraverso una voce autorevole come quella di uno dei maggiori pensatori tedeschi del Novecento. Insieme agli studenti e ai docenti dei sei istituti di Napoli e provincia coinvolti nel progetto, sono intervenuti all'evento: il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici della "Federico II", Edoardo Massimilla; il prof. Riccardo De Biase, ricercatore di Storia della Filosofia; Maria Scaglione, rappresentante dei docenti degli istituti partecipanti alla seconda edizione del "Certamen Cassirer"; e per l'Aracne editrice, hanno preso parte alla cerimonia di premiazione, l'editore Gioacchino Onorati, il direttore editoriale Mario Scagnetti e la referente dell'area di scienze filosofiche, Giulia Ferri.Promossa dall'Associazione culturale "NapoliFilosofica" in collaborazione con Aracne editrice e con il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, la seconda edizione dell'iniziativa ha visto riconoscere il primo premio del "Certamen Cassirer" allo studente Salvatore Di Lorenzo, del Liceo Scientifico "Enrico Fermi" di Aversa.A conclusione della Cerimonia, sono stati infine consegnati gli attestati di partecipazione.
+
Convegno n. 746

Nuove forme di esistenza trovate: l’antropologia tra transumanesimo ed esistenzialismo
6 giugno 2019
Convegno n. 745

Progressi nella prevenzione e nel trattamento delle talassemie ed emoglobinopatie: la nuova frontiera
11 maggio 2019 | Aula II, Istituto di Psicologia, Università Pontificia Salesiana, Roma
Convegno n. 744

Progressi nella prevenzione e nel trattamento delle talassemie ed emoglobinopatie: la nuova frontiera
11 maggio 2019 | Aula II, Istituto di Psicologia, Università Pontificia Salesiana, Roma
Convegno n. 740

Celebrazione dei 25 anni della Costituzione della Gesef
15 maggio 2019 | Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Senato della Repubblica, Roma
Si è svolto a Roma, mercoledì 15 maggio 2019, alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, presso il Senato della Repubblica, il convegno di celebrazione dei 25 anni della Costituzione della GESEF – Genitori Separati dai Figli, la realtà no profit nata con lo scopo di garantire il diritto dei figli ad usufruire dell'apporto affettivo-educativo di entrambi i genitori, anche in caso di separazione o divorzio, presieduta da Vincenzo SPAVONE. All'evento, moderato dal giornalista Luigi MERCOGLIANO, sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni e dell'associazionismo, ed esperti in materia giuridica, sociologica e psicologica, che hanno messo in luce vari aspetti legati ai temi della tutela del diritto del minore e del genitore separato, delle sottrazioni nazionali e internazionali, e dell'affidamento dei minori a istituti e case famiglia illustrando, allo stesso tempo, soluzioni utili a stemperare la conflittualità alimentata dalla prassi giudiziaria e dalla rete di professionisti che ruotano intorno al fenomeno. Sono intervenuti: Claudio Antonio CHIFFI, Alessandra PRINCIPE, Marco TROIANI, Rubens Giorgio MATTIOLI, Christian ANZINGER, Maria Pia RUSPOLI, Giacinta RUSPOLI, Ivano SPANO. Nel corso dell'evento di Celebrazione sono stati assegnati i Premi Bigenitorialità 2019 a personalità della politica, della cultura e del mondo dell’associazionismo che si sono particolarmente distinti nel promuovere e difendere il principio etico in base al quale è legittimo, per un minore, il diritto a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori, anche nei casi di separazione o divorzio. A ricevere il Premio, tra gli altri, è stato il Senatore Simone PILLON, autore del disegno di legge 735 che introduce una serie di modifiche in materia di diritto di famiglia, separazione e affido condiviso dei minori.I Premi Bigenitorialità 2019 sono stati assegnati anche a: Roberto CASTELLI, Rosetta Enza BLUNDO, la regista Simona IZZO, Magda BRIENZA, Gianfranco D'AIETTI, già Presidente del Tribunale di Sondrio e autore di Re Mida Famiglia, il sistema informatico di consulenza giuridica per il calcolo degli assegni di mantenimento del coniuge e dei figli, Fausta Maria Fiorella PALAZZO, Elisabetta ARMIATO, Antonia SCICOLONE, Elvira FICARRA, Claudio Antonio CHIFFI, Maria BISEGNA, Loredana GRECO e l'editore di Aracne editrice, Gioacchino ONORATI.
+
Convegno n. 739

Giochi riflessi 2.0 Cyber Crimes
8 maggio 2019 | Sala ZuccariPalazzo GiustinianiSenato della Repubblicavia della Dogana Vecchia, 2900186 Roma
Convegno n. 736

Electronic Imaging & The Visual Arts EVA 2019 Florence
8 maggio 2019
Si è svolta a Firenze, mercoledì 8 e giovedì 9 maggio 2019, nella Room A presso l’Hotel Pierre, la XXVIII edizione del convegno dal titolo "EVA 2019 Florence - Electronic Imaging & The Visual Arts“.All'evento oltre al presidente dell’EVA, il dott. Enrico BOCCI, sono intervenuti: Andrea ARNONELaura CASTELLANI, Paola CASTELLACCI, Stefano CINQUINI, Renzo ZAMPINI, Andrea CALISTRI, Claudio TASSELLI, Riccardo BRUSCHI, Luca BENCINI, Carlo LASTRUCCI, Luca LASTRUCCI, Gianluca VANNUCCINI. Giacomo BUCCI, Francesco MATI, Giuliano BENELLI, Franco GUIDI, Roberto PIERMARINI, Paolo IMPOSIMATO, Cecilia DEL RE, Vito CAPPELLINI, Enrico DEL RE, Eugenio GIANI, Enrico VICARIO, Gabriele GORI, Paolo CASTELLACCI, Paolo BLASI, Virginio CANTONI, Luca LOMBARDI, G. MASTROTISI, A. SETTI, V. A. SIRONI, A. BANZI, Raffaella FOLGIERI, Frances OGLESBY, Stefano KALONARIS, Mika LAAKKONEN, Ville KIVIVIRTA, Edoardo CALIA, Massimiliano ZANONI, Jean Paul CARRADORI, Qing LI, Mariano BASILE, Gianluca DINI, Andrea MARCHETTI, Clara BACCIU, Angelica LO DUCA, Gianpiero ALFARANO, A. SPENNATO, Michele D’ARIENZO, Lawrence CAMARDA, Antonio D’ARIENZO, Carlo U. QUINTERIO BRENTANO, Vito CAPPELLINI, Eugenio GIANI, Cristini ACIDINI, Edoardo CALIA, Alberto DEL BIMBO, Luigi RUCHER, David FELDMAN, Monica CARFAGNI, Carlo FRANCINI, Paolo ZAMPINI, Francesco BELLINI, Giovanni GASBARRONE, Andrea DE POLO SAIBANTI, D. MARSHALL, R. HITE, Jerzy HOFFMAN, Moshe CAINE, Micheal MAGGEN, Doron ALTARATZ, Jeanette ZWINGENBERGER, Bertrand TRIBOULOT, Jeanette ZWINGENBERGER, Dominik LENGYEL, Catherine TOULOUSE, Sara PENCO, Roman MYKOLAICHUK, Tetiana TYMCHENKO, Alisa MYKOLAICHUK, Iryna SOMYK-PONOMARENKO, Vira MYKOLAICHUK, Antonina MYKOLAICHUK, Tinatin MSHVIDOBADZE, Sopio MSHVIDOBADZE, James HEMSLEY, Anna SHVETS, Daniel BUZZO, Beatrice CHIAVARINI, Daniele DE LUCA, Antonella GUIDAZZOLI, Maria Chiara LIGUORI, Silvano IMBODEN, Luigi VERRI, F. SPADONI, F. TARIFFI, R. ROSSI, S. LUSSO.
+
Convegno n. 735

Lodovico Mortara (1855-1937). Avvocato, accademico, magistrato, politico
13 maggio 2019 | Aula Magna, Corte Suprema di Cassazione, Roma
Si è svolto a Roma, lunedì 13 maggio 2019, presso l'Aula Magna della Corte Suprema di Cassazione, il convegno intitolato a "Lodovico Mortara (1855-1937). Avvocato, accademico, magistrato, politico", che della scienza giuridica fu uno dei più alti interpreti del Novecento italiano, anche in diverse declinazioni. Primo Presidente della Corte di Cassazione di Roma e Ministro della Giustizia nel primo Governo Nitti, Mortara è una figura riscoperta grazie anche a due recenti pubblicazioni, “Il figlio del rabbino” di Massimiliano Boni, edito da Viella, e “La procedura civile in Italia nei primi anni del XX secolo” di Paolo Spaziani, pubblicato da Aracne editrice. Proprio queste due opere hanno fornito gli spunti per l'apertura dei lavori del convegno, affidata al Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Mammone, insieme a Riccardo Fuzio, Procuratore Generale della Corte, David Ermini, Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura e Andrea Mascherin, Presidente del Consiglio Nazionale Forense. Autorevoli riflessioni hanno animato le successive relazioni, tenute da Bruno Carlo Cavallone, già professore ordinario di Diritto processuale civile, Giovanni Amoroso, Giudice della Corte Costituzionale; Carmelo Sgroi, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione; Antonella Meniconi, docente alla Sapienza Università di Roma. Hanno infine concluso i lavori, gli interventi di Massimiliano Boni e Paolo Spaziani, autori dei due libri presentati nel corso del convegno.
+
Convegno n. 734

Lodovico Mortara (1855-1937). Avvocato, accademico, magistrato, politico
13 maggio 2019 | Aula Magna, Corte Suprema di Cassazione, Roma
Si è svolto a Roma, lunedì 13 maggio 2019, presso l'Aula Magna della Corte Suprema di Cassazione, il convegno intitolato a "Lodovico Mortara (1855-1937). Avvocato, accademico, magistrato, politico", che della scienza giuridica fu uno dei più alti interpreti del Novecento italiano, anche in diverse declinazioni. Primo Presidente della Corte di Cassazione di Roma e Ministro della Giustizia nel primo Governo Nitti, Mortara è una figura riscoperta grazie anche a due recenti pubblicazioni, “Il figlio del rabbino” di Massimiliano Boni, edito da Viella, e “La procedura civile in Italia nei primi anni del XX secolo” di Paolo Spaziani, pubblicato da Aracne editrice. Proprio queste due opere hanno fornito gli spunti per l'apertura dei lavori del convegno, affidata al Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Mammone, insieme a Riccardo Fuzio, Procuratore Generale della Corte, David Ermini, Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura e Andrea Mascherin, Presidente del Consiglio Nazionale Forense. Autorevoli riflessioni hanno animato le successive relazioni, tenute da Bruno Carlo Cavallone, già professore ordinario di Diritto processuale civile, Giovanni Amoroso, Giudice della Corte Costituzionale; Carmelo Sgroi, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione; Antonella Meniconi, docente alla Sapienza Università di Roma. Hanno infine concluso i lavori, gli interventi di Massimiliano Boni e Paolo Spaziani, autori dei due libri presentati nel corso del convegno.
+
Presentazione n. 733

ReMida Famiglia
11 aprile 2019 | Sala Consiliare “Massimiliano Meriggioli”Comunità Montana dell’Anienepiazza 15 Martiri, snc00020 Agosta
Si è svolta giovedì 11 aprile 2019, alla Sala Consiliare “Massimiliano Meriggioli”, presso la Comunità Montana dell’Aniene, nel Comune di Agosta, la presentazione di Re Mida Famiglia, il sistema informatico di consulenza giuridica, per il calcolo degli assegni di mantenimento del coniuge e dei figli, realizzato da Gianfranco D’AIETTI, già Presidente del Tribunale di Sondrio e giudice della trasmissione televisiva FORUM, in onda sulle reti Mediaset. All'evento, aperto dai saluti istituzionali di Luciano ROMANZI, Presidente della X Comunità Montana dell'Aniene, sono intervenuti: Claudia CARPINELLI, in rappresentanza della Re Mida Editrice Giuridica, e l'editore di Aracne editrice, Gioacchino ONORATI.Il software Re Mida Famiglia, pubblicato dalla omonima casa editrice, rende agevole i calcoli più complessi e il rivoluzionario algoritmo, assoluta novità nella materia, è destinato a cambiare il modo di concepire le regole del diritto di famiglia. A prendere la parola, all'evento di presentazione, sono stati anche Vincenzo SPAVONE, Presidente della Fondazione Europea Gesef – Genitori separati dai Figli, e l'avvocato Laura VASSELLI.Hanno inoltre partecipato all'evento: il Tenente Colonnello Giuseppe Andrea SANTONASTASO, Comandante della Guardia di Finanza di Tivoli; il Sindaco del Comune di Cervara di Roma, Adriano ALIVERNINI; Ercole VIRI, Sindaco del Comune di Affile; Giancarlo PALMA, Sindaco del Comune di Riofreddo; il Consigliere al Comune di Subiaco, Emanuele ROCCHI; Mario ODDI, Assessore del Comune di Vallinfreda e Pino FALVELLI, fondatore dell'Associazione “F.S.G. = Famiglia, Società e Giustizia”.
+
Convegno n. 732

TEU, Tutti a scuola: un progetto contro la povertà educativa
5 aprile 2019 | Aula MagnaASL Roma 6via Borgo Garibaldi, 1200041 Albano
Sono state presentate venerdì 5 aprile 2019 ad Albano Laziale, presso l'Aula Magna della ASL Roma 6, le attività relative al progetto "Tutti a Scuola", selezionato dall'impresa sociale "Con i Bambini" nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, organizzato dalla stessa Azienda Sanitaria Locale, Centro Servizi per il Volontariato del Lazio, le scuole e le associazioni del territorio. Il progetto rappresenta un'occasione per acquisire nuove competenze, socializzare, costruire relazioni e aspirazioni. Alla conferenza stampa di presentazione, hanno illustrato l'iniziativa: il Direttore Generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda; Paola Capoleva e Antonio D'Alessandro,Vice Presidente del Centro Servizi per il Volontariato del Lazio; Mario Ronchetti, Direttore Sanitario della Asl Roma 6; Giacomo Menghini, Direttore dell’Unità Operativa Integrazione Socio Sanitaria e Welfare di Comunità della Asl Roma 6.Il progetto "Tutti a Scuola", di durata triennale, interesserà anche il territorio dei Castelli Romani e con la collaborazione delle associazioni partecipanti e delle scuole partner, verranno svolte attività per adolescenti dagli 11 ai 17 anni, per i genitori e per l’intera comunità educante, con l’intento di supportare le fasce socialmente più deboli nello sviluppo di capacità e competenze. Le attività spazieranno dai doposcuola ai laboratori didattici, creativi ed espressivi, fino agli sportelli di ascolto per ragazzi e genitori, con particolare attenzione a tutte le problematiche che possono influire sui percorsi evolutivi, dai corsi di meditazione alla fotografia al teatro. Sono intervenute alla conferenza stampa di presentazione, le professoresse, referenti delle scuole partner di Genzano: Daniela Romani, del Liceo Scientifico Vailati, e Maria Caterina Duranti, dell'Istituto di Istruzione Superiore Sandro Pertini.
+
Convegno n. 730

RiTratti di Welfare. Sette direttori si raccontano
6 aprile 2019 | Castello di Santa Severa, Santa Marinella
Si è svolto sabato 6 aprile 2019, presso il Castello di Santa Severa, nel Comune di Santa Marinella della Città Metropolitana di Roma Capitale, il convegno dal titolo "Ritratti di Welfare. Sette Direttori si raccontano", promosso da iPacs, con il patrocinio del Ministero della Salute, ICF Italia e Cittadinanzattiva, in collaborazione con l'Asl Roma 4 e Il Sextante. Secondo le stime, l’impatto delle malattie croniche, sul sistema sanitario, ha un’incidenza molto alta. Per questo motivo, il bisogno crescente è quello di sviluppare competenze solide e specifiche sull’empowerment, che rappresenta il risultato del processo di crescita, sia dell'individuo che del gruppo, basato sull'incremento della stima di sé, attraverso lo sviluppo delle abilità di coaching. L’evento, rientra nelle tappe del progetto "A Scuola con le Istituzioni", ed è stato incentrato sulla tematica del potenziamento delle competenze di individui, di gruppi e di comunità, attraverso l'applicazione del metodo di iPacs, in particolare nell'implementazione delle misure previste dal Sistema Salute introdotto dal Piano Nazionale della Cronicità, come descritto dalla fondatrice di iPacs, Francesca Cioffi. Sull'esperienza della Asl Roma 4, prima azienda sanitaria ad voler accolto un corso integrato con il coaching, si è espresso il Commissario Straordinario, Giuseppe QUINTAVALLE.L'incontro è stato aperto dai saluti del Sindaco del Comune di Santa Marinella, Pietro TIDEI, cui hanno fatto seguito gli interventi di Francesco AMATO, Direttore dell'Unità Operativa Complessa Terapia del dolore all'Ospedale dell'Annunziata di Cosenza, Fernanda GELLONA, Direttore Generale di Confindustria Dispositivi Medici, Anna Lisa MANDORINO, Vice Segretario Generale Vicario di Cittadinanzattiva, Nicola PINELLI, Direttore Generale Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, e del Segretario Generale della Regione Lazio, Andrea TARDIOLA. La sessione dei lavori è stata introdotta e moderata da Giuseppe ASSOGNA, Presidente della Società Italiana per Studi di Economia ed Etica sul Farmaco - Sifeit, e ha visto avvicendarsi gli interventi della filosofa e saggista Annarosa BUTTARELLI, e dei Direttori che hanno aderito al progetto, tra cui: Lorella LOMBARDOZZI, Dirigente Area Politica del Farmaco Regione Lazio, Patrizia MAGRINI, Direttore Sanitario presso l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive IRCCS “Lazzaro Spallanzani” di Roma, Carmela MATERA, Direttore Sanitario Asl Roma 4, Maria Cristina SERRA, Direttore di Distretto presso la Asl Roma 4, e Simona URSINO, Direttore UOC del Servizio Igiene e Sanità Pubblica presso il Dipartimento di Prevenzione dell'Asl Roma 4, e con un'esperienza di formazione esperienziale illustrata dallo psicologo e psicoterapeuta, Federico Oreste PETROZZI.
+
Convegno n. 729

RiTratti di Welfare. Sette direttori si raccontano
6 aprile 2019 | Castello di Santa Severa, Santa Marinella
Si è svolto sabato 6 aprile 2019, presso il Castello di Santa Severa, nel Comune di Santa Marinella della Città Metropolitana di Roma Capitale, il convegno dal titolo "Ritratti di Welfare. Sette Direttori si raccontano", promosso da iPacs, con il patrocinio del Ministero della Salute, ICF Italia e Cittadinanzattiva, in collaborazione con l'Asl Roma 4 e Il Sextante. Secondo le stime, l’impatto delle malattie croniche, sul sistema sanitario, ha un’incidenza molto alta. Per questo motivo, il bisogno crescente è quello di sviluppare competenze solide e specifiche sull’empowerment, che rappresenta il risultato del processo di crescita, sia dell'individuo che del gruppo, basato sull'incremento della stima di sé, attraverso lo sviluppo delle abilità di coaching. L’evento, rientra nelle tappe del progetto "A Scuola con le Istituzioni", ed è stato incentrato sulla tematica del potenziamento delle competenze di individui, di gruppi e di comunità, attraverso l'applicazione del metodo di iPacs, in particolare nell'implementazione delle misure previste dal Sistema Salute introdotto dal Piano Nazionale della Cronicità, come descritto dalla fondatrice di iPacs, Francesca Cioffi. Sull'esperienza della Asl Roma 4, prima azienda sanitaria ad voler accolto un corso integrato con il coaching, si è espresso il Commissario Straordinario, Giuseppe QUINTAVALLE.L'incontro è stato aperto dai saluti del Sindaco del Comune di Santa Marinella, Pietro TIDEI, cui hanno fatto seguito gli interventi di Francesco AMATO, Direttore dell'Unità Operativa Complessa Terapia del dolore all'Ospedale dell'Annunziata di Cosenza, Fernanda GELLONA, Direttore Generale di Confindustria Dispositivi Medici, Anna Lisa MANDORINO, Vice Segretario Generale Vicario di Cittadinanzattiva, Nicola PINELLI, Direttore Generale Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, e del Segretario Generale della Regione Lazio, Andrea TARDIOLA. La sessione dei lavori è stata introdotta e moderata da Giuseppe ASSOGNA, Presidente della Società Italiana per Studi di Economia ed Etica sul Farmaco - Sifeit, e ha visto avvicendarsi gli interventi della filosofa e saggista Annarosa BUTTARELLI, e dei Direttori che hanno aderito al progetto, tra cui: Lorella LOMBARDOZZI, Dirigente Area Politica del Farmaco Regione Lazio, Patrizia MAGRINI, Direttore Sanitario presso l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive IRCCS “Lazzaro Spallanzani” di Roma, Carmela MATERA, Direttore Sanitario Asl Roma 4, Maria Cristina SERRA, Direttore di Distretto presso la Asl Roma 4, e Simona URSINO, Direttore UOC del Servizio Igiene e Sanità Pubblica presso il Dipartimento di Prevenzione dell'Asl Roma 4, e con un'esperienza di formazione esperienziale illustrata dallo psicologo e psicoterapeuta, Federico Oreste PETROZZI.
+
Convegno n. 718

SIMPOSIO INTERNAZIONALE APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO
6 ottobre 2018 | Sala ConvegniCasa per Ferie “I Cappuccini”via Vittorio Veneto, 2100187 Roma
La ricostruzione della valvola aortica nel giovane, il tema della chirurgia mininvasiva e le frontiere della telecardiologia: di questi e di altri progressi della medicina si è parlato alla Seconda edizione del Simposio Internazionale sull’apparato cardiocircolatorio, dal titolo "Patologie cardiache: passaggio dall’infanzia all’età adulta". L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Artemisia Onlus, presieduta da Maria Stella Giorlandino, si è svolta a Roma sabato 6 ottobre 2018, alla Sala Convegni della Casa dei Cappuccini, e promossa con il patrocinino del Primo Municipio del Comune di Roma Capitale, in collaborazione con l’Unità cardiochirurgica della Klinikum Nürnberg Paracelsus Medical University. Al Simposio sono intervenuti per offrire risposte e approfondimenti disciplinari sui progressi della scienza, della medicina e della psicologia sull'apparato cardiovascolare, primari esponenti del mondo medico e accademico operanti in Italia e all’estero, esperti di diverse branche, quali cardiologia, cardiochirurgia, neurologia, biologia, scienze dell’alimentazione e psicologia. Illustrando quali strumenti mette a disposizione la scienza moderna per affrontare le complesse e molteplici patologie dell’apparato cardiovascolare, sia per l’adulto che per il bambino. Nel corso del ricco programma di interventi, sono stati illustrati, tra gli altri, i nuovi sistemi di prevenzione e di identificazione precoce delle aritmie, l’importanza fondante dell’approccio multidisciplinare al paziente, la bassa resilienza come fattore di patologia coronarica e cerebrovascolare, le nuove metodologie di sequenziamento e la nutrizione come strumento di prevenzione e cura.
+
Convegno n. 714

PER NON DIMENTICARE
8 marzo 2019 | Sala Maestra, Palazzo Chigi, Ariccia
Ariccia celebra le donne che lottano contro la violenza: esattamente dodici mesi dopo la sottoscrizione del “Protocollo Operativo Interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto della violenza sulle donne e i minori”.Venerdì 8 marzo 2019, in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, nella splendida cornice della Sala Maestra di Palazzo Chigi, l’amministrazione comunale di Ariccia, in collaborazione con la Procura di Velletri e la ASL Roma 6, ha organizzato il convegno dal titolo “Per non dimenticare” per illustrare i risultati raggiunti e i servizi attivati sul territorio dopo la sottoscrizione del “Protocollo”.  Fra i risultati raggiunti, quello di maggiore rilievo è rappresentato dall’attivazione di tre centri antiviolenza: — il primo presso l’Ospedale “Luigi Spolverini” di Ariccia finalizzato all’ascolto delle vittime di violenza e per l’audizione protetta dei minori; — il secondo, all’interno dei locali messi a disposizione dal Comune di Nettuno;— il terzo, locato all’interno della Casa della Salute di Rocca Priora.Inoltre, di prossima attivazione è la Casa rifugio per le donne in difficoltà, che sarà situata nel territorio della ASL Roma 6.Alla giornata, largamente partecipata da donne, studenti e cittadini, hanno preso parte i soggetti firmatari del Protocollo, rappresentanti dell’Autorità giudiziaria, e tra le Forze dell’Ordine il Ten. Col. Salvatore SAUCO comandante del Gruppo Carabinieri Frascati e il maggiore Giambattista FUMAROLA comandante della Compagnia Carabinieri Velletri, i servizi sociali territoriali e le associazioni antiviolenza, tra cui Emotivazione: l'associazione presieduta da Luigi IAVARONE; ALTEYA Cooperativa Sociale Onlus: presieduta da Claudio DELL'ANNO. All’incontro, aperto dai saluti del Sindaco del Comune di Ariccia: Roberto DI FELICE, e coordinato dai giornalisti Emilio ORLANDO ed Enrica CAMMARANO e da Carla GOZZI, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ariccia, Sono intervenuti:il Direttore della ASL Roma 6: Narciso MOSTARDA;il Procuratore della Repubblica di Velletri: Francesco PRETE;il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Velletri: Cristiana MACCHIUSI;il Presidente del Tribunale di Velletri: Mauro LAMBERTUCCI;il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza: Jacopo MARZETTI;l’Avvocato Anna SCIFONI, in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Velletri;il Sindaco di Velletri, Orlando POCCIil Sindaco di Rocca di Papa, Emanuele CrestiniNel corso dell’evento, è stato proiettato il filmato curato dalla Procura di Velletri sui Centri antiviolenza attivati ad un anno dalla firma del Protocollo. A seguire, Paola VIRGILI della “Cooperativa Sociale Girotondo Onlus” ha presentato i Centri antiviolenza di Ariccia e Rocca Priora, Carla CENTIONI di “Ponte Donna Associazione di promozione sociale” in collaborazione con “Prassi e ricerca. Cooperativa sociale onlus” ha invece illustrato il Centro attivato nella città di Nettuno .   Il personale della Procura ha distribuito gratuitamente alle donne e agli studenti presenti una maglietta bianca simbolo della non violenza, con la scritta “… questo non è amore”. Gesto a voler significare che l’amore, il rispetto, la buona educazione, devono contraddistinguere ogni rapporto tra uomo e donna.Si sono infine svolte alcune performance artistiche, tra cui la rappresentazione teatrale dal titolo “Donne e mafia”, scritta e diretta da Simonetta De NICHILO, premiata come miglior spettacolo al Festival Antimafia e Diritti Umani “Dirittinscena” Roma 2013, e messa in scena da una Compagnia di attori di rilievo nazionale, composta da: Chiara CARPENTIERI, Simonetta NICHILIO, Anna Rita GULLACI, Roberta SCIORTINO, Chiara SPOLETINI, Tiziana SANTERCOLE. I ragazzi del Liceo “James Joyce” di Ariccia indirizzo Scienze Umane, accompagnati dalla Prof.ssa Patrizia ONESTI, hanno presentato alcuni lavori sul tema della violenza realizzati nel corso del laboratorio di cittadinanza attiva “Uno Stendardo Contro la Violenza di Genere”: particolarmente significativa ed emozionante è stata la recitazione del monologo “Lo Stupro” di Franca Rame, da parte dello studente Alessandro Pace.Gli studenti della classe terza D del Liceo Ginnasio Statale “Ugo Foscolo” di Albano Laziale, guidati dalla professoressa Patrizia NUNNARI, hanno proiettato un video che racconta la realizzazione di un evento organizzato dai ragazzi nei locali della scuola, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra ogni 25 novembre. L’evento si è concluso con l’esibizione del mezzosoprano Valentina PENNACCHINI, che ha intonato il brano “Habanera”, tratto dall’opera “Carmen” di Georges Bizet.
+
Convegno n. 713

PER NON DIMENTICARE
8 marzo 2019 | Sala Maestra, Palazzo Chigi, Ariccia
Ariccia celebra le donne che lottano contro la violenza: esattamente dodici mesi dopo la sottoscrizione del “Protocollo Operativo Interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto della violenza sulle donne e i minori”.Venerdì 8 marzo 2019, in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, nella splendida cornice della Sala Maestra di Palazzo Chigi, l’amministrazione comunale di Ariccia, in collaborazione con la Procura di Velletri e la ASL Roma 6, ha organizzato il convegno dal titolo “Per non dimenticare” per illustrare i risultati raggiunti e i servizi attivati sul territorio dopo la sottoscrizione del “Protocollo”.  Fra i risultati raggiunti, quello di maggiore rilievo è rappresentato dall’attivazione di tre centri antiviolenza: — il primo presso l’Ospedale “Luigi Spolverini” di Ariccia finalizzato all’ascolto delle vittime di violenza e per l’audizione protetta dei minori; — il secondo, all’interno dei locali messi a disposizione dal Comune di Nettuno;— il terzo, locato all’interno della Casa della Salute di Rocca Priora.Inoltre, di prossima attivazione è la Casa rifugio per le donne in difficoltà, che sarà situata nel territorio della ASL Roma 6.Alla giornata, largamente partecipata da donne, studenti e cittadini, hanno preso parte i soggetti firmatari del Protocollo, rappresentanti dell’Autorità giudiziaria, e tra le Forze dell’Ordine il Ten. Col. Salvatore SAUCO comandante del Gruppo Carabinieri Frascati e il maggiore Giambattista FUMAROLA comandante della Compagnia Carabinieri Velletri, i servizi sociali territoriali e le associazioni antiviolenza, tra cui Emotivazione: l'associazione presieduta da Luigi IAVARONE; ALTEYA Cooperativa Sociale Onlus: presieduta da Claudio DELL'ANNO. All’incontro, aperto dai saluti del Sindaco del Comune di Ariccia: Roberto DI FELICE, e coordinato dai giornalisti Emilio ORLANDO ed Enrica CAMMARANO e da Carla GOZZI, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ariccia, Sono intervenuti:il Direttore della ASL Roma 6: Narciso MOSTARDA;il Procuratore della Repubblica di Velletri: Francesco PRETE;il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Velletri: Cristiana MACCHIUSI;il Presidente del Tribunale di Velletri: Mauro LAMBERTUCCI;il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza: Jacopo MARZETTI;l’Avvocato Anna SCIFONI, in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Velletri;il Sindaco di Velletri, Orlando POCCIil Sindaco di Rocca di Papa, Emanuele CrestiniNel corso dell’evento, è stato proiettato il filmato curato dalla Procura di Velletri sui Centri antiviolenza attivati ad un anno dalla firma del Protocollo. A seguire, Paola VIRGILI della “Cooperativa Sociale Girotondo Onlus” ha presentato i Centri antiviolenza di Ariccia e Rocca Priora, Carla CENTIONI di “Ponte Donna Associazione di promozione sociale” in collaborazione con “Prassi e ricerca. Cooperativa sociale onlus” ha invece illustrato il Centro attivato nella città di Nettuno .   Il personale della Procura ha distribuito gratuitamente alle donne e agli studenti presenti una maglietta bianca simbolo della non violenza, con la scritta “… questo non è amore”. Gesto a voler significare che l’amore, il rispetto, la buona educazione, devono contraddistinguere ogni rapporto tra uomo e donna.Si sono infine svolte alcune performance artistiche, tra cui la rappresentazione teatrale dal titolo “Donne e mafia”, scritta e diretta da Simonetta De NICHILO, premiata come miglior spettacolo al Festival Antimafia e Diritti Umani “Dirittinscena” Roma 2013, e messa in scena da una Compagnia di attori di rilievo nazionale, composta da: Chiara CARPENTIERI, Simonetta NICHILIO, Anna Rita GULLACI, Roberta SCIORTINO, Chiara SPOLETINI, Tiziana SANTERCOLE. I ragazzi del Liceo “James Joyce” di Ariccia indirizzo Scienze Umane, accompagnati dalla Prof.ssa Patrizia ONESTI, hanno presentato alcuni lavori sul tema della violenza realizzati nel corso del laboratorio di cittadinanza attiva “Uno Stendardo Contro la Violenza di Genere”: particolarmente significativa ed emozionante è stata la recitazione del monologo “Lo Stupro” di Franca Rame, da parte dello studente Alessandro Pace.Gli studenti della classe terza D del Liceo Ginnasio Statale “Ugo Foscolo” di Albano Laziale, guidati dalla professoressa Patrizia NUNNARI, hanno proiettato un video che racconta la realizzazione di un evento organizzato dai ragazzi nei locali della scuola, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra ogni 25 novembre. L’evento si è concluso con l’esibizione del mezzosoprano Valentina PENNACCHINI, che ha intonato il brano “Habanera”, tratto dall’opera “Carmen” di Georges Bizet.
+
Convegno n. 712

L’INDIFFERENZA NON FA LA DIFFERENZA
16 febbraio 2019 | Centro Polifunzionale di Vignolacontrada Misola, 600028 Subiaco
Si è svolto a Subiaco, sabato 16 febbraio 2019, presso il Centro Polifunzionale di Vignola, il convegno dal titolo "L'indifferenza non fa la differenza", promosso dall’Associazione Culturale Santa Chelidonia, con il patrocinio del Comune di Subiaco e della Comunità Montana dell'Aniene, con l'obiettivo di sensibilizzare e prevenire le dipendenze nella comunità locale.L'incontro è stato aperto dai saluti di Enzo Timperi e dai ringraziamenti degli organizzatori: Chiara SEGATORI, dell'Associazione Culturale Santa Chelidonia, e Giulio CHECCHI, attivista della comunità di Vignola, per poi proseguire con le testimonianze di alcuni residenti e dei loro familiari sulle esperienze con l’alcolismo.Alle numerose testimonianze è seguita la toccante performance artistica della poetessa sublacense Dale Zaccaria, che ha voluto mettere in luce il disagio sociale che fin troppo spesso si nasconde dietro le dipendenze.A seguire, è stata illustrata l'analisi delle forme di dipendenza sotto il lato pratico e scientifico, con la presentazione dei risultati di un’analisi conoscitiva condotta sul territorio e con gli interventi di Maria Rita PELLICCIA, Paolo GALIMBERTI, Pasquale TRECCA, Maria COLAZINGARI e Alessio CHECCHI, professionisti che hanno fornito una dettagliata panoramica sulle dipendenze, per poi soffermarsi sulla necessità di ridefinire il modus operandi del medico nel suo rapporto con il paziente e su quella di creare una rete a livello comunitario e istituzionale. L'incontro è proseguito con l’apertura di una tavola rotonda a cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni locali. Tra questi sono intervenuti: il Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia, l’Assessore alle politiche sociali Angela Marocchini, il Presidente della X Comunità Montana dell’Aniene Luciano Romanzi, Tiberio La Rocca, coordinatore dell’associazione “Cittadinanza Attiva”, i professori Maddalena Casalino e Giovanni Sbraga, che hanno fornito la loro opinione in qualità di educatori di lunga esperienza, e il Maresciallo Maggiore del Comando Carabinieri di Subiaco Francesco Sabatino.
+
Evento istituzionale n. 711

SAPIENZA E TAR LAZIO: ACCORDO DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA E DIDATTICA
8 novembre 2018 | Sala del Senato AccademicoPalazzo del RettoratoSapienza Università di Romapiazzale Aldo Moro, 500185 Roma
Giovedì 8 novembre 2018 nella Sala del Senato Accademico, all’interno del Palazzo del Rettorato della Sapienza Università di Roma presso la città universitaria di piazzale Aldo Moro, è stato siglato l’accordo di collaborazione scientifica e didattica tra la Sapienza e il Tribunale amministrativo regionale del Lazio.La Sapienza e il Tar del Lazio hanno firmato una convenzione per promuovere lo scambio di risorse e competenze a favore degli studenti avviando una collaborazione su ricerca e didattica.Un rapporto che prenderà le mosse da progetti di ricerca congiunti, capaci di coinvolgere gli studenti in programmi scientifici nazionali e internazionali, permettendo loro l’accesso alle biblioteche, alle pubblicazioni, ai seminari e ai corsi organizzati dalle due istituzioni.Su questa strada, il Tar si è reso disponibile fin da subito ad accogliere gli studenti dei dottorati di ricerca, le scuole di specializzazione e i master, contribuendo all’individuazione di argomenti di comune interesse per monografie e tesi di laurea. Il rettore della Sapienza Università di Roma, Eugenio Gaudio ha messo l’accento sulla qualità e la multidisciplinarietà delle competenze del grande ateneo romano, che a partire dalla scuola di diritto, pezzo importante della più illustre tradizione giuridica italiana, hanno permesso di collaborare con una delle maggiori istituzioni del Paese”. Di una collaborazione virtuosa, sul piano scientifico e istituzionale, ha parlato anche il presidente del Tar del Lazio Carmine Volpe che ha sottolineato come ora il Tar si trovi ad essere in primo piano anche nella formazione scientifica e nell’approfondimento di tematiche essenziali tanto per la vita delle istituzioni pubbliche quanto per la concreta applicazione del diritto”. Presente alla cerimonia anche il Presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi.
+
Convegno n. 709

Leonardo da Vinci a Roma e l’Ospedale di Santo Spirito in Sassia (nel 500º anniversario della morte)
7 marzo 2019
Si è svolta a Roma presso la sala Alessandrina del Complesso Monumentale dell’ Ospedale di Santo Spirito in Sassia, il 7 marzo l’inaugurazione dell’anno accademico 2019 dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.L’istituzione risale al 1920 per gestire e accrescere il Museo storico nazionale dell’arte sanitaria, sito nello stesso ospedale. Il tema dibattuto nella cerimonia di inaugurazione è stato “Leonardo da Vinci a Roma e l’Ospedale di Santo Spirito in Sassia (nel 500º anniversario della morte)”.I relatori sono stati Maurizio Rippa Bonati, socio dell’Accademia e docente di storia della medicina presso l’università di Padova che ha parlato di Leonardo e l’anatomia del ‘500. Marco Bussagli, docente di anatomia artistica presso l'Accademia di Belle Arti di Roma, ha esposto il tema Leonardo e il disegno anatomico. L’ultimo contributo su “il Santo Spirito al tempo di Leonardo” è stato presentato dall’accademico Gaspare Baggieri, conservatore del Museo.La cerimonia è iniziata sulle note dell’inno nazionale. Il Presidente, Prof. Gianni Iacovelli, ha invitato sul palco i rappresentanti degli Enti sanitari delle forze dell’ordine e della marina. Hanno portato i saluti in rappresentanza degli Enti di appartenenza il Contrammiraglio Filippo Crociata Ispettore Generale della Sanità militare, l’Ammiraglio Ispettore Mauro Barbierato, capo del Corpo sanitario militare marittimo, Filippo Cipriani, Direttore Centrale di Sanità della Polizia di Stato e, infine, il generale di divisione Vito Ferrara, Capo della Direzione di sanità dell'Arma dei Carabinieri.In rappresentanza dell’Ordine dei medici ha portato il saluto il Dott. Cosimo Nume, presidente dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Taranto.Il Presidente. Iacovelli ha introdotto i lavori. È poi intervenuto Angelo Tanese, Direttore Generale dell’Azienda sanitaria locale Roma 1, l’azienda che gestisce l’ospedale Santo Spirito.La cerimonia si è conclusa con il conferimento dei premi Cesare Serono per attività in campo scientifico, culturale e umanitario. Prima del conferimento dei premi, Patrizia Ricca ha presentato la mostra documentaria su “gli antichi testi anatomici della biblioteca Lancisiana”. Il premio in campo umanitario è stato conferito agli istituti milanesi Martinitt, Stelline e Pio albergo Trivulzio. Nello stesso attestato di benemerenza il Pio albergo Trivulzio è stato premiato per la cultura a seguito della mostra documentaria del 2018 “La grande guerra e il Pio Albergo ”. Ha ritirato il premio Marco Zanobio, Presidente degli amici del Trivulzio.Per le attività scientifico-culturali e il convegno del 2018 su alchimia e medicina incentrato su Giovanni Battista della Porta è stato premiato il Museo delle Arti Sanitarie di Napoli. Hanno ritirato il premio Gennaro Rispoli e Carmela Caccioppoli.Per il restauro del codice miniato “Liber Regulae Sancti Spiritus”è stato premiato l’Archivio di Stato di Roma. Ha ritirato il premio il Direttore dell’Archivio Paolo Buonora.Per le attività culturali è stata premiata l’Associazione nobiliare regionale veneta.Per l’attività culturale e sociale è stato premiato Antonio Delli Santi, dell’omonima casa editrice di Massafra (provincia di Taranto). Massimo Aliverti ha vinto il premio per un’opera di storia della medicina con il volume “La psichiatria italiana tra ottocento e novecento” edito da Aracne editrice.
+
Convegno n. 708

VII GIORNATA INTERNAZIONALE DI SENSIBILIZZAZIONE E PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE DELLA DONNA
8 marzo 2019 | Aula Brunelli, Centro Ricerche ENEA, Frascati
Donne Scienziate come motore dell’innovazione tecnologica nelle scienze della vita. In occasione della ricorrenza dell'8 marzo, il Centro Ricerche ENEA di Frascati ha ospitato la VII edizione della “Giornata internazionale di sensibilizzazione e prevenzione delle patologie della donna”, organizzata dall'omonima Associazione presieduta da Elisabetta Bernardini e moderata dall'editore di Aracne editrice, Gioacchino Onorati.Ha portato i saluti istituzionali, in vece del Direttore Aldo Pizzuto, la Vice Direttrice del Dipartimento Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare presso l’ENEA, Paola Batistoni.Ospiti dell'evento, introdotto da Aldo Jatosti, Vice Presidente dell'Associazione organizzatrice del convegno, sono stati: Barbara Mazzolai, direttrice del Centro di Micro-BioRobotica all’Istituto Italiano di Tecnologia, con la relazione su "Robot che crescono come piante", e Lidia Strigari, dirigente di Fisica Sanitaria e Sistemi Esperti IFO-IRE, che ha illustrato il tema "Implementazione di un sistema dedicato per il trattamento di pazienti con carcinoma della mammella a posizione prona". Nell'ambito della manifestazione, sono state consegnate da Elisabetta Bernardini le Medaglie 2019 dell'Associazione Internazionale di Sensibilizzazione e Prevenzione delle Patologie della Donna Onlus dedicate alla Ricerca scientifica. In particolare, la premiazione ha valorizzato l’Ingegneria medica, in grado di fornire dispositivi di ultima generazione utili alla salvaguardia della salute, e la Chimica che si rivela sempre più una scienza fondamentale per la promozione dello sviluppo sostenibile e per la ricerca di soluzioni alle sfide globali nel settore della sanità. I riconoscimenti sono stati consegnati a Caterina Merla, ingegnere dell'ENEA del Dipartimento di Tecnologie e Metodologie per la Salvaguardia della salute presso il Centro Ricerche in Casaccia, e a Fausto Elisei, direttore dell’Istituto di Chimica Biologia e Biotecnologie, centro di eccellenza di materiali innovativi nanostrutturali per applicazioni chimiche fisiche e biomediche, dell’Università degli Studi di Perugia.La Giornata ha visto confrontarsi giornalisti, esperti e scienziati sull'importanza della prevenzione e sui nuovi traguardi della ricerca per la cura e diagnostica di alcune patologie femminili. Sono intervenuti, tra gli altri: Emanuela Del Dottore, ricercatrice al Centro di Micro-BioRobotica all'Istituto Italiano di Tecnologia a Pontedera, in provincia di Pisa, l'ingegnere chimico Franco Medici e Silvia Bossi, ingegnere meccanico specializzata in neurotecnologia.
+
Convegno n. 704

FISCALITÀ AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE
1 marzo 2019 | Auditorium Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roma
Si è svolto a Roma, venerdì 1 marzo 2019, presso l'Auditorium del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il workshop dal titolo "Fiscalità ambientale e sviluppo sostenibile". Un'occasione che ha fornito, ad accademici e rappresentanti dei settori produttivi e delle istituzioni, di fare il punto su possibili linee di azione per una riforma della fiscalità in termini economici, giuridici e tecnici, dal punto di vista dello sviluppo sostenibile, in coerenza con il perseguimento degli obiettivi dell'Agenda 2030, il programma d'azione sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, allo scopo di portare il mondo sulla strada della sostenibilità.Il dibattito è stato introdotto da Aldo RAVAZZI DOUVAN, capo economista presso la Direzione Generale “Sviluppo Sostenibile, Energia e Clima” del Ministero dell'Ambiente e da Valerio FICARI, professore ordinario di Diritto tributario all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che trattando il tema del rapporto tra normativa fiscale e ambiente, ha illustrato i contenuti del libro, a sua cura, dal titolo "I nuovi elementi di capacità contributiva", pubblicato da Aracne editrice. Al workshop hanno inoltre preso parte, tra gli altri, Laura CASTELLUCCI e Alessio D'AMATO, dell'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, e Stefan SPECK, Project Manager del settore Economia e politiche ambientali presso l'European Environment Agency, dove svolge attività di ricerca basata sull'applicazione, ai mercati, di strumenti per politiche e riforme fiscali legate allo sviluppo della green economy.Il workshop ha fornito anche l'occasione per mettere in luce le imprese green oriented, ovvero orientata alla sostenibilità, presentando testimonianze e casi di successo, come Uptitude, azienda che produce lenti da vista trasformando i materiali di scarto in nuove risorse, illustrata da Filippo RIDI, e AVIO, azienda leader nella propulsione aerospaziale, con gli interventi di Giorgio NOVELLO e Monica MORDINI.
+
Convegno n. 702

TERRITORIO DEI CASTELLI ROMANI PROTEZIONE DAI RISCHI E NUOVI SCENARI
3 dicembre 2018 | Sala delle ArmiPalazzo Sforza Cesarinivia Italo Berardi, 8100045 Genzano
Lunedì 3 dicembre 2018, nella Sala delle Armi di Palazzo Sforza Cesarini in via Italo Berardi, a Genzano, si è svolto il convegno“Territorio dei Castelli Romani tra prevenzione, protezione dai rischi e nuovi scenari”, evento organizzato dal comune di Genzano in collaborazione con la Protezione Civile nazionale e quella della Regione Lazio, Save the Children e l’Ordine degli Ingegneri di Roma e ProvinciaUna giornata di sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti la prevenzione dei rischi in caso di evento calamitoso. La prima parte della giornata è stata dedicata al tema della prevenzione, sismica e non solo, sul territorio dei Castelli Romani, con l’approfondimento del Piano d’Emergenza Comunale e del ruolo del Centro Operativo Intercomunale quale Ente interforze di coordinamento tra Comuni.Nella seconda parte della giornata, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Roma e Provincia, si è tenuto un seminario tecnico, incentrato su di una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini della pratica della prevenzione sismica. Ad introdurre l’evento e a portare i saluti dell’amministrazione comunale è stato il sindaco di Genzano Daniele LORENZONAd aprire gli interventi Nicola MARINI sindaco del comune di Albano Laziale comune capofila del C.O.I., il Centro Operativo Intercomunalead illustrare il P.E.C., il Piano d’Emergenza Comunale è stato il consulente Safety del comune di Genzano Francesco Maria ERMANI,Stefania RENZULLI, del Dipartimento della Protezione Civile ha parlato della gestione dell’emergenza dal livello locale al livello nazionale.Di pianificazione a misura di bambini a partire dai Piani comunali ha trattato l’intervento di Flaminia CORDANI, coordinatore emergenza di Save The Children.Il consigliere regionale Marco CACCIATORE ha illustrato La nuova Legge Regionale del Lazio sulla prevenzione del rischio sismico.A conclusione della prima parte dei lavori ha preso la parola Alessio ARGENTIERI, della Città Metropolitana di Roma Capitale, che ha illustrato il contributo della Città Metropolitana nel Sistema di Protezione Civile. A prendere la parola anche i funzionari dell’Agenzia regionale di Protezione Civile, Gabriella CASERTANO .
+