Eventi
Convegni
 
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Convegno n. 535

EUROPT(R)ODE XIV
25 marzo 2018 | Hotel Royal Continental di Napoli via Partenope, 38/4480121 Napoli
Lunedì 26 marzo 2018, presso l’Hotel Royal Continental in via Partenope, a Napoli, si è svolto il secondo dei tre appuntamenti organizzati per celebrare il quattordicesimo convegno internazionale EUROPT(R)ODE, una delle più importanti conferenze a livello mondiale nel campo dei sensori ottici per applicazioni chimiche e biochimiche, basata su di un approccio altamente multidisciplinare.La conferenza, organizzata dall’IREA, l’istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente, dal CNR IFAC, l’Istituto di Fisica Applicata Nello Carrara e dalla SIOF, la Società Italiana di Ottica e Fotonica, attrae, fin dal 1992, scienziati e ingegnieri da università, istituti di ricerca e industrie di tutte le parti del mondo. Europtrode nasce per discutere di tutti gli aspetti connessi alla ricerca, allo sviluppo e alle applicazioni chimiche dei sensori e dei biosensori. Ad aprire la conferenza i saluti del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Subito dopo ha preso la parola il pluripremiato professor Itamar Willner, dell'Università Ebraica di Gerusalemme che ha dato il via agli interventi che sono proseguiti per tutta la giornata e si sono svolti nell’auditorium e nella sala mirabilis.Il ricercatore Paul Di Carmine, dell’Università di Toronto, ha trattato di: Monitoraggio del biossido di carbonio nel sottosuolo: dall'acqua bassa all'operazione in pozzi di osservazione profondi.Il professor Aldo Roda, dell’Università di Bologna, ha spiegato il Dispositivo Micro integrato per l'amplificazione isotermica del DNA con rilevamento di bioluminescenza su chipLo scienziato cinese Han, ha riferito sull’esposizione di sensori di ioni metallici a doppio segnale a chemiluminescenza e fluorescenza Il chimico Lei Ye , dell’università svedese di Lund, si è incentrato sui polimeri con impronta molecolare e nanoparticelle per il rilevamento otticoMaria Cruz Moreno-Bondi, dell’Università Complutense de Madrid, si è incentrato sui biosensori ottici che utilizzano elementi di riconoscimento ricombinanti e selezionati dall’osservazione dei fagi.È stata quindi la volta di Francesco Michelotti , del Dipartimento di Scienze di Base e Applicate per l'Ingegneria, dell’ Università degli Studi di Roma "La Sapienza”A seguire è stata la volta dell’ingegnere biomedico Lubken, dell’Università di Eindhoven, che ha trattato del monitoraggio dei biomarcatori mediante rilevamento della mobilità delle particelleIl fisico Giampaolo Pitruzzello, dell'Università di York, si è dedicato al test rapido di sensibilità antimicrobica basato su intrappolamento idrodinamicoAnda Chapategne Arias, ha parlato del MOF come accendere sensori ottici fluorescentiA seguire l’ingegnere Kristýna Holanovà, dell’università di Praga, è passata al Sondaggio di singole interazioni e dinamiche biomolecolari su scala nanometricaPer lo scienziato Armstrong, invece, si è trattato di occuparsi di sensori plasmonici a singola proteina che utilizzano gli aptameri a DNA.Altro intervento di livello, quello di Chiara Schiattarella, del Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Napoli Federico II. A prendere la parola anche il professore di fisica applicata Alberto Diaspro a capo del dipartimento di nanofisica dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Di nanotecnologie applicate ha parlato anche il dottor Rameez Ahmad, sales manager della nanoscribe company.Un contributo importante dal punto di vista dell’elettrochimica è stato offerto dal professore Neso Sojic scienziato dell’università della California.Apporto di rilievo anche quello del ricercatore italiano Francesco Baldini, scienziato attivo nello sviluppo di dispositivi ottici per la rivelazione di parametrici chimici e biochimici, da applicare nel settore biomedicale.
+
Convegno n. 533

LENTE D'ORO 2016-2017
5 marzo 2018 | Sala SquarzinaTeatro Argentina largo di Torre Argentina, 5200186 Roma
Lunedì 5 marzo 2018, presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina, in largo di Torre Argentina, a Roma, è stato assegnato il PREMIO ROBERTO MAZZUCCO-LENTE D’ORO 2016-17, organizzato dalla SIAD, la Società Italiana Autori Drammatici e dalla ASST, l’Associazione Sindacale Scrittori di Teatro. Un premio dedicato ai critici che abbiano valorizzato gli autori di teatro italiani contemporanei attraverso i loro scritti.L’introduzione è stata affidata alla dottoressa Maricla BOGGIO insegnante di recitazione, giornalista e critico teatrale subito dopo si è aperta la discussione con ospiti di grande spessore, a cominciare da Massimo Roberto BEATO regista, autore teatrale e televisivo e membro della SIAD, presente anche lo sceneggiatore, regista teatrale e drammaturgo italiano, Fortunato CALVINO ad animare la discussione anche la Giornalista e autrice Maria Letizia COMPATANGELO all’incontro ha partecipato anche l’attrice regista e drammaturga italiana, Patrizia LA FONTE ad intervenire anche il presidente dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro Giulio BAFFI già vincitore della Lente D’oroal tavolo, il Direttore del Teatro Nazionale di Roma Antonio CALBI A vincere il premio Lente d’oro per il 2016 e 2017, anni in cui non si è tenuta la premiazione, sono stati Emilia Costatini critica del Corriere della Sera e Stefano DE STEFANO, docente presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, giornalista e critico teatrale del Corriere del mezzogiorno.A coordinare l’evento, il presidente della SIAD, Luigi Maria LOMBARDI SATRIANI, ordinario di Etnologia presso “La Sapienza” Università di Roma ed ex senatore a consegnare le Lenti d’oro, è stata Andreina MAZZUCCO, consorte del drammaturgo Roberto MAZZUCCO a cui è dedicato il premio.A curare il convegno il segretario dell’ASST, Jacopo Bezzi
+
Presentazione n. 531

GIRO INTORNO PROTOCOLLO OPERATIVO INTERISTITUZIONALE PER LA PREVENZIONE ED IL CONTRASTO DELLA VIOLENZA SULLE DONNE E SUI MINORI
8 marzo 2018 | Palazzo Chigi piazza di Corte, 1400072 Ariccia
Si è svolto giovedì 8 marzo 2018, presso Palazzo Chigi di Ariccia, il convegno dal titolo "Giro Intorno" per celebrare la firma del Protocollo Operativo Interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto della violenza sulle donne e sui minori. Sono intervenuti per apporre la loro firma al documento di intesa, elaborato dalla Procura della Repubblica di Velletri e dalla Asl Roma 6, rappresentata dal Direttore Generale Narciso Mostarda, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Roma, Giovanni Salvi, il Procuratore Capo della Procura di Velletri, Francesco Prete, il Presidente del Tribunale di Velletri, Mauro Lambertucci, il Vescovo della Diocesi Suburbicaria di Albano, Marcello Semeraro, il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma, Alida Montaldi, insieme al Procuratore Capo del Tribunale, Amalia Settineri, il Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, Gildo De Angelis, il Sindaco di Ariccia Roberto Di Felice, il Questore di Roma, Guido Marino, il Colonnello Francesco Cavallo, intervenuto in sostituzione del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, il Generale Antonio De Vita, e il Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Velletri, Stefano Bertollini.All'evento, promosso in occasione della Giornata internazionale della donna e moderato dalla giornalista Chiara Rai, hanno preso parte i Sindaci dei Comuni dei Castelli Romani e del litorale laziale, i Comandanti delle Compagnie e Stazioni Carabinieri del Gruppo Frascati, i comandanti delle polizie locali. Numerosi anche i magistrati presenti, tra cui il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, Cristiana Macchiusi, che ha coadiuvato il Procuratore Capo della Procura di Velletri, Francesco Prete, nella promozione dell'importante iniziativa.Due sedie sono state allestite sul palco con i nomi delle bambine di Cisterna di Latina uccise dal padre, Alessia e Martina, scritti su magliette bianche. Un vuoto riempito dalle letture degli studenti del Liceo Statale "James Joyce" di Ariccia e dell'Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione "Ugo Tognazzi" di Velletri.Nel corso del convegno è stata presentata, inoltre, la struttura di accoglienza e ascolto per le vittime di violenza, inaugurata ad Ariccia presso la sede del Distretto 2 "Luigi Spolverini". Adottare strategie volte alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne, attraverso la promozione di seminari di studio e incontri tematici. Questo l'obiettivo del protocollo sottoscritto tra le parti anche alla presenza di rappresentanti dell'associazionismo locale.
+
Convegno n. 529

FORUM AICUN 2018 IL VALORE AGGIUNTO DELLA COMUNICAZIONE
15 marzo 2018 | Aula MagnaPalazzo del RettoratoSapienza Università di Roma piazzale Aldo Moro, 500185 Roma
Si è svolto a Roma nei giorni del 15 e 16 marzo 2018, il convegno forum AICUN 2018 evolving communities: a University perspective il valore aggiunto della comunicazione la due giorni organizzata nell’Aula Magna del Rettorato della Sapienza Università di Roma, in piazzale Aldo Moro, nella capitale, rappresenta l’appuntamento annuale che l’AICUN, l’associazione italiana comunicatori universitari, organizza sulla Comunicazione Universitaria.Un appuntamento aperto a tutti i soci, con la partecipazione di molti ospiti esterni, che mira a fare il punto sulla comunicazione universitaria nel suo complesso, incentrandosi su alcuni ambiti specifici, tramite l’utilizzo dei format delle masterclasses e dei workshop.Durante l’appuntamento l’ Aicun assegna i Premi in comunicazione e e presenta le indagini oggetto dell’Osservatorio AICUN sulla comunicazione universitaria.Ad inaugurare la giornata di giovedì è stato il Presidente di AICUN, Andrea Paolo Ciani. A fare il punto sull’indirizzo dei lavori è intervenuto il professore Mario Morcellini, Consigliere per la Comunicazione, della Sapienza Università di Roma, uno dei pionieri delle scienze delle comunicazioni in Italia. Ad aprire di fatto il convegno è stato il professore e Sociologo del lavoro Domenico De Masi, che ha tenuto un intervento su “Le comunità nella società globale: ruoli ed evoluzioni. A seguire il Responsabile della Comunicazione dell’Università del Piemonte Orientale, Paolo Pomati, ha presentato il libro “L’Università e l’immagine”, edito da Aracne editrice. Tanti gli ospiti che hanno preso la parola nei vari workshop e masterclass che si sono succedutI, tra questi Tiziana Cavallo dell’Università degli Studi di Verona a parlare anche Marco Cosmo Direttore dell’associazione Ca’Foscari Alumni di Venezia, è intervenuto anche il dottor Diego DI Donato che cura il Settore Stampa e rapporti con i media, dell’Università Milano-Bicocca.Nella giornata di venerdì si è svolta la quattordicesima edizione della premiazione per le tesi sulle attività di comunicazione di organizzazioni universitarie e di ricerca ed è stata presentata la IX Ricerca AICUN sulle attività di comunicazione delle università italianead aprire,il Presidente Onorario AICUN, Edoardo Teodoro Brioschi che ha curato anche la chiusura dei lavori.Tra gli ospiti anche Andrea Costa, Communications Project Manager, Università Bocconi, Milano. Intervenuta anche la Responsabile della Comunicazione, dell’Università di Trento Paola Fusi; altro intervento quello della vice Presidente AICUN, Paola Claudia Scioli,dopo i relatori è stata la volta della professoressa, Petra Wend, Principal and Vice-Chancellor Queen Margaret University – di Edimburgo, che ha tenuto un intervento su “Università e Comunità: problematiche ed esperienze di un ateneo internazionale”.
+
Convegno n. 528

A 4 ANNI DALL’INTRODUZIONE DELLA “RESPONSABILITÀ GENITORIALE” DLGS.VO 154/13 (7.2.14) L’ANALISI DELLA GIURISPRUDENZA E LE RIFLESSIONI PSICOGIURIDICHE
2 marzo 2018 | Departamento de Teoría de la Señal y Comunicaciones (TSC) carrer Sor Eulalia de Anzizu (Campus Diagonal Nord. Edificio D5)08034 Barcelona
La Responsabilità genitoriale, vero fulcro della riforma della filiazione. è stata al centro del convegno tenutosi il 2 marzo 2018 e intitolato: “a 4 anni dall'Introduzione della “Responsabilità genitoriale” - L'analisi della giurisprudenza e le riflessioni psicogiuridiche”. L’incontro svoltosi all’interno del Teatro della Chiesa Gran Madre di Dio, in piazzale di Ponte Milvio, a Roma è stato organizzato dall'Associazione Circolo Psicogiuridico, con il Gruppo Sole 24 Ore, PLus Plus Diritto e la Sapienza Università di Roma. a finire sotto la lente di ingrandimento è stato il decreto legislativo 154 del 2013, convertito in legge del 2014, che ha introdotto la responsabilità genitoriale nel codice civile, andando così a sostituire il concetto di potestà.Dopo i saluti iniziali, la giornalista del Sole 24 ore, Franca Deponti, moderatrice del convegno, ha dato il via agli interventi, aperti dal Presidente della 1° Sezione del Tribunale di Roma, Franca Mangano che ha tenuto una relazione su “La responsabilità genitoriale come organizzare al meglio l'interesse del minore”; a succedergli è stata la professoressa di Psicologia generale e direttore del Laboratorio di Psicologia Applicata dell'Università La Sapienza di Roma, Anna Maria Giannini, che ne “Il punto dl vista del minore: aspetti psicologici e profili dl rischio”, ha scelto la prospettiva del soggetto debole gli effetti negativi di un rapporto simbiotico tra genitore e figlio, invece, sono stati al centro dell’intervento della dottoressa Elisa Caponetti, coordinatrice del Gruppo Lavoro Forense Ordine Psicologi Lazio, che ha parlato de “I danni alla crescita del minore del rapporto confusionale con un genitore, come anticipare questa catastrofe”;nel quadro di interventi tesi a evidenziare aspetti psicologici, giuridici e sociali introdotti dalla riforma del codice, l'avvocato Maria Letizia Sassi si è posta una domanda di drammatica importanza, interrogandosi su: “La responsabilità genitoriale: maltrattamenti veri e false denunce, cosa fare?”.A chiudere i lavori è stato l’avvocato Giorgio Vaccaro, coordinatore del convegno e Presidente del Centro Studi Circolo Psicogiuridico che ne “L'alienazione genitoriale è un danno da risarcire cosa dice la giurisprudenza”, ha messo in luce la dimensione economica connessa alla dottrina giurisprudenziale.
+
Convegno n. 526

UTOPIE A CONFRONTO
1 marzo 2018 | Aula MoscatiMacroarea di Lettere e FilosofiaUniversità degli studi di Roma “Tor Vergata” via Columbia, 100133 Roma
Utopie a confronto, si intitola così il convegno svoltosi il 1 marzo 2018 nell’Aula Moscati, della Macroarea di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” in via Columbia, a Roma. Un incontro incentrato su due figure atipiche come quelle di Adriano Olivetti , l’industriale moderno, antifascista e illuminato e di Duilio Cambellotti l’artista autodidatta, irregolare ed eclettico. Due uomini che insieme si batterono per portare l'istruzione elementare nell'Agro Romano e nelle paludi Pontine. Dopo i saluti istituzionali della professoressa Marina FORMICA coordinatrice della macroarea e la proiezione del docu-film Le Utopie dell’anima, del ricercatore della Ludwig Maximilians universitat Munchen, Giovanni LA ROSA, è iniziato il convegno moderato da Luca BASSI della stessa università tedesca che ha dato il via agli interventi di docenti ed esperti, a cominciare dal professore di linguistica e critica letteraria Lazzaro Rino CAPUTO già preside della Facoltà di lettere e filosofia di Tor Vergata. A seguire sono intervenuti anche L’ex deputato europeo ed ex presidente della regione Lazio Gabriele PANIZZI e lo Storico dell’arte Vincenzo SCOZZARELLA, curatore della prima mostra su Duilio Cambellotti nel 2007. A presenziare al convegno anche Marco Cambellotti, nipote di Duilio Cambellotti, a cui va il merito di aver repertato e schedato gran parte delle oltre 4000 opere che compongono l’archivio a lui dedicato.Altro intervento importante quello dell’ex preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Universiatà degli studi di Roma “Tor Vergata”, Franco Salvatori, titolare della cattedra di Geografia presso lo stesso ateneoe già Presidente della Società Geografica Italiana.
+
Convegno n. 520

IN RICORDO DI MANOLO BOLOGNINI
16 febbraio 2018 | Sala del MappamondoPalazzo MontecitorioCamera dei deputati piazza Monte Citorio, 100186 Roma
Convegno n. 517

DALLA FABBRICA ICONA ALLA URBAN FACTORY
14 febbraio 2018 | Aula MagnaDipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’ArchitetturaFacoltà di ArchitetturaUniversità La Sapienza piazza Borghese, 9 (I piano)00186 Roma
Convegno n. 509

LO SCENARIO DELLA STRATEGY SKILL AGENDA: NUOVE SFIDE PER L’UNIVERSITÀ
30 gennaio 2018 | Aula Claudio Volpi via Milazzo, 11/B00185 Roma
Si è svolto il 30 gennaio 2018 nell’aula Claudio Volpi, il convegno organizzato dal Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli studi di Roma Tre, dedicato al delicato rapporto tra Università e il mondo del lavoro e intitolato: lo scenario della strategy skill agenda: nuove sfide per l’università.Dopo i saluti istituzionali affidati al direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Roma Tre, Laura Chiappetta Cajola, e coordinatore del scientifico del CREIFOS, Centro di ricerca sull’educazione interculturale e la formazione allo sviluppo, Massimiliano Fiorucci, professore di pedagogia sociale e interculturale, sono iniziati gli interventi. A prendere la parola è stata Giuditta Alessandrini professoressa di pedagogia generale e sociale, Angelo Del Cimmuto, ricercatore ANPAL, l’agenzia nazionale per le politiche attive dl lavoro, unico esperto non interno all’ateneo capitolino, la professoressa Laura Agneni, coordinatrice del tirocinio della formazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione, e il commissario straordinario di Laziodisu, ente pubblico per il diritto allo studio universitario e direttore esecutivo della società Capitale Lavoro Spa, Carmelo Ursino , docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Roma Tre e presso la Facoltà di Sociologia dell’università Sapienza di Roma.Altro intervento molto apprezzato è stato quello di Fabio Manca, economista el mercato del lavoro in convenzione con l’OCSE, organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico che si occupa di lavoro e affari sociali.
+
Convegno n. 506

IL LINGUAGGIO DELLA VIOLENZA
26 gennaio 2018 | Sala del RefettorioPalazzo San MacutoCamera dei deputati via del Seminario, 7600186 Roma
“Come arricchire e migliorare il linguaggio nella trattazione mediatica di argomenti sensibili”. Un tema molto critico, quanto mai attuale e stimolante ma anche scomodo per un Corso di formazione professionale riservato ai Giornalisti. Negli ultimi anni le notizie false sono esplose: parlano di minacce costanti e usano tecniche precise. Per ragioni di guadagno economico e per motivi ideologici, siti specifici le creano e spesso grandi testate italiane le riprendono per mancanza di controlli, impreparazione, concorrenza. Il pubblico vuole un’informazione non tradizionale, cerca notizie morbose, qualcuno con cui prendersela e ha perso fiducia nella stampa. “Il linguaggio della violenza” è il titolo dell’incontro svoltosi alla Sala del refettorio della Camera dei deputati giovedì 26 gennaio 2018 che ha visto la partecipazione di oltre 100 giornalistiImma GIULIANI, criminologa, e Fabrizio MIGNACCA, psicologo e psicoterapeuta, hanno moderato gli interventi tematici dei relatori:Marco MICCOLI, deputato ed ex sindacalista Valerio MONDA, dell'Associazione di promozione sociale “Tota Pulchra” in sostituzione di Mons. Jean Marie GERVAIS Roberto NICODEMI, consigliere dell'ordine degli avvocati di Roma, Iside CASTAGNOLA, componente del Forum Legalità e Sicurezza, Fabio SANVITALE, giornalista investigativo, Antonella MINIERI, avvocato, Laura APRATI, giornalista Rai, Massimiliano COCCIA, giornalista di Radio Radicale.Francesco TAGLIENTE, grazie alla sua lunga esperienza nella Polizia di Stato con incarichi apicali nelle questure di Firenze e di Roma e alla prefettura di Pisa, ha trattato con estrema competenza il tema della violenza negli stadi e della sicurezza nelle città.La comunicazione è stata il filo conduttore del suo percorso professionale. Ha sempre considerato la stampa, e quindi la comunicazione, una maglia importante della rete della sicurezza anche perché con la comunicazione, ci ricorda FrancescoTAGLIENTE, possiamo produrre e trasmettere sicurezza o insicurezza, fiducia o sfiducia, certezze o sospetto e paura.
+
Convegno n. 400

DA PLATONE AI MODELLI COSTITUZIONALI CONTEMPORANEI: L’AUTOGOVERNO È UN’UTOPIA?
12 maggio 2017 | The Siracusa International Institute for criminal justice and human rights via Logoteta, 2796100 Siracusa
Si è svolto a Siracusa, presso l'Istituto Internazionale per la giustizia penale e i diritti umani, il Convegno nazionale promosso dall'Associazione Nazionale Magistrati e da Unità per la Costituzione dal titolo “Da Platone ai modelli costituzionali contemporanei". Giuristi e filosofi si sono riuniti nella due giorni di dibattito, 12 e 13 maggio 2017, per affrontare e approfondire i temi legati all'autonomia e all'autogoverno della magistratura, in occasione dei 2750 anni dalla fondazione della città siciliana che il filosofo Platone scelse proprio come luogo ideale dove sperimentare la sua idea di Stato. Nel corso della prima giornata, dopo i saluti del vice sindaco di Siracusa Francesco Italia, si è passati ad affrontare il tema coordinato dal Presidente del Tribunale di Catania Bruno di Marco su “Le radici dell’autogoverno”, con gli interventi del Segretario generale dell’Istituto Ezechia Paolo Reale, Andrea Salvatore Maria Migneco, Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati della sottosezione di Siracura, Salvatore Cesare Amato, ordinario di filosofia del diritto all'Università di Catania. Un momento di riflessione sulla figura del magistrato, anche alla luce delle odierne prospettive di riforma.Il “Governo autonomo della magistratura: Attività, criticità e prospettive dell’attività del Csm” è stato invece il tema della seconda giornata, moderato dal giornalista Rai Nino Amante, con gli interventi dei consiglieri al Consiglio Superiore della Magistratura Paola Balducci, Luca Palamara, Massimo Forciniti, Rosario Spina, Francesco Cananzi. Sono poi seguite le relazioni al Question Time de “I giovani magistrati davanti al Csm”, con il coordinamento di Concetta Grillo, Presidente della Sezione Civile del Tribunale di Caltagirone. Alla seconda parte del dibattito, coordinata dal Presidente della Corte di Appello di Catania Giuseppe Meliadò, si sono invece avvicendati i magistrati Mariano Sciacca, Marco Bisogni, Maria Rosaria San Giorgio, Nello Stabile, Rita Russo, Calogero Commandatore, Michele Ciambellini, Carmelo Celentano, Marco Canepa e Roberto Carrelli Palombi, Segretario Generale di Unità per la Costituzione. L'ambizioso intento del convegno nazionale è stato quello di fornire, al di là del ruolo del magistrato, una valutazione generale, seppur complessa, della forma di autogoverno della magistratura.
+
Seminario

SCRITTO COL CORPO? LA LINGUA DELLE DONNE
24 novembre 2017 | Aula Seminario Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali Sapienza Università di Roma piazzale Aldo Moro, 500185 Roma
Evento ricreativo

EVENTO A FAVORE DI CHILDREN ITALIA
20 novembre 2017 | Teatro Ghione, Roma