Eventi
Presentazione di libri
 
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Presentazione di libri

Raccontare le storie dell’arte. Educazione e capitale umano
19 aprile 2017 | Milano, Agorà,Triennale di Milano
Per oltre due secoli la convenzione ha considerato l'arte un'area separata dalla vita quotidiana, soprattutto dall'attività professionale. Un paradigma economico fondato sulla serialità manifatturiera non poteva che relegare creatività, intuizione estetica e costruzione espressiva in un limbo dorato nel quale l'arte giocava un ruolo etico in una società assetata di valori immutabili.
In una fase di passaggio radicale in cui il sistema tardo-industriale cede il passo a una cornice economica, sociale e culturale fondata sulla conoscenza, segnata dall'esperienza e guidata dalle relazioni, l'arte e le sue mille narrazioni risultano il più incisivo snodo verso la costruzione di una nuova mappa strategica.La società contemporanea manifesta nuove urgenze di rappresentazione del sé e di strumenti critici.
Utile nella formazione adolescenziale, efficace nell'apprendimento delle competenze, l'arte si mostra ancor più necessaria e cruciale nel suo potere infungibile di controbilanciare e indirizzare debolezze intrinseche nella comprensione e nell'espressione, che sono state spesso fonte di esclusione sociale e appaiono sempre di più fenomeni delicati cui è opportuno offrire adeguati strumenti cognitivi per limitarne la non convenzionalità.
Il volume, nato dall'alleanza sinergica di tre professioniste attive in settori diversi ma contigui, offre un'analisi accurata e al tempo stesso ariosa della varietà di innesti che l'arte nelle sue diverse forme può realizzare con le mappe psicologiche, lo spettro neurologico, i percorsi formativi, il senso stesso della vita di tutti i giorni.
+
Presentazione di libri

Mangia con gli occhi
24 marzo 2017 | Roma, Iqos Embassy
Mangia con gli occhi racconta di una donna a cui il destino ha rubato tre dei cinque sensi: il gusto, l’olfatto e il tatto.
Gran parte delle possibilità di gustare a pieno la vita sono svanite in una fredda mattina invernale. Dopo un percorso di indagini e una spietata sentenza definitiva, finalmente una cura. La bellezza è la cura che riesce a ridare motivazione e nuova vita. In particolare, i colori della natura e dei suoi frutti, doni preziosi per la cucina, sono stati una terapia efficace per dare alla protagonista il piacere di sentire e godere della vita come tutti gli altri.La mancanza dei profumi viene compensata con l’estetica dei piatti, con la forma e i colori delle stoviglie e del contesto.
Nel libro sono descritti i sentimenti di paura, rabbia e amore di una donna che dopo aver vissuto la sensazione di un’edera a cui crolla il muro su cui è cresciuta, riapre lo scrigno dei sentimenti.Come scavare nella propria vita e lentamente entrare nel vivo di una buca da liberare dai sassi e trasformare il vuoto in un nido in cui rivivere le ataviche sensazioni vitali.
Come cucinare degli spaghetti e avere cura di avvolgerli in un groviglio che si eleva al centro del piatto, per osservare la complessità dei tornanti che genera e poi ingerire la bellezza per nutrirsi completamente.
Con un linguaggio fresco e penetrante, l’autrice trasmette un messaggio di speranza per le persone a cui qualcosa viene tolto, lasciando un vuoto difficile da riempire. Mangia con gli occhi è un positivo messaggio di metamorfosi. Una storia dedicata a tutte le persone che grazie alla bellezza ritrovano equilibrio e gioia.
+
Presentazione

Certe notti
21 novembre 2016 | Roma, FUIS - Federazione Unitaria Italiana Scrittori
+
Presentazione

"Sinceramente Vostro, J. Lo Squartatore", di Giuseppe Magnarapa
4 novembre 2016 | Roma, FUIS - Federazione Unitaria Italiana Scrittori
+
Presentazione

Personalità, pedofilia e DSM-5. Come i sex offenders raccontano le loro storie
3 novembre 2016 | Roma, Libera Università degli Studi Maria SS. Assunta (LUMSA), Aula Valori
+
Presentazione

Ragazze in vendita
7 ottobre 2016 | Roma, Upter - Università della terza Età