Eventi
Ricreativi
 
un programma di: Gioacchino Onorati
Video per pagina:           
Evento ricreativo n. 524

FESTIVAL DEL PENSIERO - II EDIZIONE
7 ottobre 2018 | Stornarella
Interrogarsi sul futuro della conoscenza e sulla cultura globalizzata. Con questi obiettivi è tornato il “Festival del Pensiero” di Stornarella, in provincia di Foggia, giunto alla sua seconda edizione, organizzato dall’Associazione AttivaMente, in collaborazione con Istituto Comprensivo “Aldo Moro e il Liceo Scientifico “Federico II” di Stornarella, che si è svolto dall’1 al 7 ottobre 2018 con la proposta di una ricca settimana di workshop e dibattiti incentrati sul tema della bellezza, applicata a qualsiasi forma di comunicazione, arte visiva, narrativa o espressione musicale. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Stornarella, dall’Unione dei Cinque Reali Siti e dalla Regione Puglia. Dopo i saluti degli organizzatori, ad aprire i lavori della serata di sabato 6 ottobre, a Largo Mazzini, è stata la lectio magistralis del Vescovo, Sua Eccellenza Monsignor Luigi Renna, Pastore della diocesi Cerignola-Ascoli Satriano. A seguire, la serata ha visto la partecipazione di alcune tra le più autorevoli personalità del giornalismo e della letteratura: Marco Travaglio, direttore del Fatto Quotidiano, Riccardo Iacona, Gianluigi Nuzzi, e Massimo Arcangeli, linguista, sociologo della comunicazione, scrittore ed organizzatore di uno tra i più importanti festival nazionali sulla lingua italiana, “Parole in cammino”, evento gemellato al “Festival del Pensiero” di Stornarella. Una bellezza che è anche musica, come si è potuto apprezzare nel connubio parole e note nel concerto-tributo a Fabrizio de André. All'interno del programma di appuntamenti, proposto dagli organizzatori, dall’1 al 6 ottobre, presso l’auditorium dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Stornarella, si sono svolti laboratori didattici aperti al pubblico e che hanno visto la partecipazione attiva degli studenti, che hanno avuto l'opportunità di raccontare il bello che li circonda con un filmato autoprodotto, nell'ambito del video-contest “Guarda che bello”. Il programma del “Festival del Pensiero” si è concluso domenica 7 ottobre con la serata che ha visto partecipare, tra gli altri: Caterina Fiorilli, che si è occupata di scoprire i vizi e le virtù della bellezza, con un contributo teologico, è intervenuto Don Luigi Maria Epicoco, e ancora Miguel Gomez e Siria Bottazzo, direttore artistico e curatrice di Bibart, l'esperto di sociologia dei fenomeni politici Guerino Nuccio Bovalino, e l’atteso intervento del giornalista e scrittore Andrea Scanzi che ha approfondito le bellezze nascoste di un paese bello e difficile come l'Italia. A chiudere l’edizione 2018 “Festival del Pensiero” di Stornarella, il concerto dei Racconti Mediterranei.
+
Evento ricreativo n. 521

OMICIDIO DELLA “DAMA BIANCA“
20 ottobre 2018 | Castello di Poggio Catino, Poggio Catinopiazza Capizucchi, 102040 Poggio Catino
Sabato 20 ottobre 2018, nel Castello di Poggio Catino, piazza Capizucchi, Poggio Catino in occasione dell’inaugurazione della nuova sede del centro centro studi per la legalità, la sicurezza e la giustizia si è svolto l’evento Omicidio della “Dama Bianca”.L’appuntamento si è aperto con la visita al castello di Poggio Catino e la cerimonia con la posa di un mazzo di fiori sul luogo dove furono ritrovati i resti della Dama Bianca: lo scheletro di una donna trentenne ritrovato in una torre del castello incatenato ad un ceppo mani e piedi e, dal 1933, conservato nel Museo Criminologico di Roma. Il corpo risalente al XVI secolo, sulla cui identità non vi è alcuna certezza, potrebbe essere quello della moglie di Geppo Colonna, vittima di una vendetta degli Orsini, o delle violenze dello stesso marito.Ad aprire l’evento il saluto del sindaco di Poggio Catino Roberto STURBA .A seguire la proiezione del cortometraggio “La Dama Bianca”. Subito dopo spazio al giallo, con la riapertura delle indagini e della discussione criminologico-investigativa sull’omicidio della Dama Bianca a cui hanno preso parte ospiti di livello a cominciare dal magistrato anti mafia e scrittrice, Mirella AGLIASTRO, a dialogare con lei il criminologo e profiler Marco STRANO presidente del centro studi per la legalità, la sicurezza e la giustizia. Presente all’evento anche il criminologo e psicologo Francesco CACCETTA. Al tavolo anche l’avvocato penalista Elena FABBRI.Sul caso della Dama Bianca si è espresso anche l’avvocato penalista Claudio SALVAGNI. Della scena del crimine ha parlato anche la criminologa e psicologa Roberta SACCHI.Al termine della discussione sono stati presentati due libri sul tema della violenza sulle donne di grande interesse criminologico.“La violenza sulle donne nel quadro della violenza dei diritti umani e della protezione del testimone vulnerabile” scritto, per Aracne Editrice dal magistrato Mirella AGLIASTRO che oltre ad essersi battuta contro la mafia si è sempre occupata del tema della violenza sulle donne.E “Sei mia. Un amore violento”, Bordeaux edizioni, scritto dalla giornalista e scrittrice, Eleonora DE NARDIS, un romanzo che narra di una passione torbida e morbosa che finirà per sciogliersi nel sangue.
+
Conferenza stampa n. 520

CAMPIONATI MONDIALI DI CALCIO AMPUTATI
18 ottobre 2018 | Centro di preparazione paralimpica, Romavia delle Tre Fontane, 2700144 Roma
Giovedì 18 ottobre 2018, presso il Centro di preparazione paralimpica, di via delle Tre Fontane, a Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della Nazionale Italiana che ha partecipato ai Campionati Mondiali di Calcio amputati svoltisi in Messico dal 24 ottobre al 10 novembre del 2018.Una manifestazione che esula dal calcio strettamente inteso, costituendo un evento importante e ricco di significati che vanno ben oltre lo sport. Una manifestazione che vuole essere un esempio bellissimo di come si possa reagire ad una situazione drammatica di tale portata.Ad aprire la conferenza è stato il Presidente del CIP il Comitato Italiano Paralimpico Luca PANCALLI.A seguire ha preso la parola Emanuela VECCHIET per la Cattolica Assicurazioni, ad introdurre la sua nazionale, ha pensato il CT Renzo VERGNANI. Subito dopo è intervenuto il capitano azzurro Francesco MESSORI detto “Messi”, un ragazzo nato senza una gamba, senza un rene e con un distacco dell'esofago dallo stomaco che fin dal secondo giorno di vita lo ha costretto ad affrontare operazioni e cure per vincere la sfida più importante. Sarà proprio lui, nel 2012, a cercare tramite i social gli atleti che formeranno il primo nucleo della nazionale di calcio amputati .Dell’importanza dell’evento ha parlato Sandrino PORRU Presidente della FISPES, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali. Sempre per la FISPES ha preso la parola anche il Segretario Federale, la Dottoressa Arianna MAINARDI; importante la testimonianza di Emanuele PADOAN centrocampista della nazionale nato con una gamba più corta dell’altra e costretto fin da piccolo a portare una protesi che gli ha permesso di giocare a calcio finchè il regolamento non glielo ha impedito. La nazionale amputati gli ha ridato la sua passione più grande. Commovente anche la storia di Pier Mario GARDINO portiere della nazionale che è rimasto vittima di un incidente sul lavoro perdendo un braccio, finchè l’incontro con il mister Vergnani non lo ha riportato in mezzo ai pali della nazionale azzurra. Bellissima storia anche quella dell’attaccante Lorenzo MARCANTOGNINI, a cui è stata amputata la gamba fin sopra al ginocchio all’età di soli 2 anni. Lorenzo all’età di 7 anni era già in campo ed oggi è il più piccolo della nazionale.
+
Concerto n. 519

MUSICA E PITTURA PER RENDERE OMAGGIO A GIOACCHINO ROSSINI
28 ottobre 2018 | WEGIL, Romalargo Ascianghi, 500153 Roma
Evento ricreativo n. 516

XXX FESTA DEL PANE CASERECCIO DI GENZANO PLASTIC FREE
15 settembre 2018 | Auditorium dell’Infiorata, Genzano di Romapiazza Don Filippo Fabrizi00045 Genzano di Roma
Una festa in onore del re della tavola, il pane, accompagnata dalla presentazione di una collana letteraria dedicata all’ambiente.Si è svolta sabato 15 settembre 2018, presso l’Auditorium dell’Infiorata, in piazza Don Filippo Fabrizia Genzano di Roma, la trentesima Festa del pane casareccio di Genzano.Un alimento principe della dieta mediterranea celebrato in tutta la fragranza che solo il pane di Genzano sa offrire. Un evento rigorosamente Plastic Free che, alla squisita prelibatezza genzanese, ha unito la cultura - con le visite guidate di palazzo Sforza e la mostra di palazzo degli Antonini - e spettacoli, giochi e forni aperti in piazza per tutto il week end di metà settembre. Ad aprire la presentazione della trentesima Festa del pane casareccio di Genzano è stato il sindaco di Genzano: Daniele LORENZON.L’evento che ha avuto il merito di accostare al pane il tema dell’ecologia così importante per la nostra salute, proprio a partire dalla filiera che dalla terra arriva direttamente sulle nostre tavole, ha offerto l’occasione per la presentazione della collana “Diritto e Ambiente” edita dalla Aracne Editrice sempre sensibile a questi temi e molto vicina al territorio.Sul tema ambientale ha preso la parola il Presidente aggiunto onorario della Corte suprema di cassazione, Vicepresidente del forum europeo dei giudici per l’ambiente, fondatore e direttore della fondazione ICEF, già docente di Diritto ambientale all’Università “Carlo Bo” di Urbino ed alla Sapienza – Università di Roma, Amedeo POSTIGLIONE; già a capo dell’ufficio legislativo del Ministero dell’ambiente, consulente dell’Unione Europea in materia di rifiuti pericolosi e del Consiglio d'Europa per la protezione della vita selvatica nel nostro continente.Molto sentito anche l’intervento di Gioacchino ONORATI, editore della Aracne Editrice, la casa editrice che stamperà la collana “Diritto e Ambiente”.Le conclusioni sono state affidate all'assessore allo Sviluppo locale, turismo e cultura di Genzano Francesca Maria SAITTA.
+
Mostra n. 505

OTTANT’ANNI DI EUR, VISIONI DIFFERENTI
3 maggio 2018 | Archivio Centrale dello Stato piazzale degli Archivi, 2700144 Roma
Per gli 80 anni dell’EUR, il celebre quartiere sorto nel quadrante sud della capitale, l’Archivio centrale dello Stato, con EUR SpA, ed il fotografo Carlo D’Orta, in collaborazione l’Inail - l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro - hanno presentato l’esposizione: “Ottant’anni di Eur, visioni differenti”, svoltasi giovedì 3 maggio nella sede dell’Archivio Centrale dello Stato, in piazzale degli Archivi, a Roma.La mostra ha voluto raccontare la storia delle più importanti opere architettoniche dell’Eur. Il quartiere, ideato nel ‘35 per ospitare l’Esposizione Universale del ‘42 - mai tenutasi a causa dello scoppio della seconda guerra mondiale -, rappresenta una delle pietre miliari dell’architettura e dell’urbanistica italiana.Accanto a documenti progetti e planimetrie messe a disposizione dall’Archivio centrale dello Stato, sono state esposte 200 fotografie artistiche scattate da Carlo D’Orta ai palazzi dell’Eur realizzati a partire dalla fine degli anni ‘30 fino ai giorni nostri. Una ricerca da cui è scaturito il libro: “EUR 42/oggi: visioni differenti”, edito con il contributo dell’INAIL.Ad aprire l’incontro il sovrintendente all’Archivio Generale dello Stato Eugenio Lo Sardo ed il Presidente di EUR SpA, Roberto Diacetti. Tante le personalità intervenute, tra cui Vice Sindaco e Assessore alla crescita culturale di Roma, Luca Bergamo.Per l’INAIL, presenti il presidente Massimo De Felice ed il Direttore Generale Giuseppe lucibelloTra i presenti anche l’artista visivo e architetto designer Arnaldo ResseAlla mostra è intervenuto anche anche il notissimo uomo politico e storico dell’arte, Vittorio Sgarbi.
+
Evento ricreativo n. 500

ROMA: UNA CITTÀ, UNO SGUARDO D’ARTISTA
16 gennaio 2018 | Aula Giorgio Labò Dipartimento di Architettura largo Giovanni Battista Marzi, 1000153 Roma
+