Gianfranco Carnevali - Pietro Manzi
     
venerdì 14 marzo 2014, ore 8:30 - 15:30  |  Grand Hotel Minerva



Linee guida per una nuova governance del sistema sanitario
Renato Balduzzi , Anna Banchero , Alessio Bertini , Marcello Bozzi , Nazareno Renzo Brizioli , Michele Caporossi , Fabio Carducci , Gianfranco Carnevali , Ivan Cavicchi , Stefano Cencetti , Stefano Cianetti , Cesare Cislaghi , Carla Collicelli , Michele Conversano , Alfredo Cordoni , Lucio Crinò , Antonio Giulio De Belvis , Francesco De Nicolo , Federica Fabietti , Pier Giorgio Fabietti , Carlo Favaretti , Fosco Foglietta , Fulvio Forino , Paola Freda , Andrea Gardini , Sergio Gargiulo , Gilberto Gentili , Vasco Gianotti , Nicola Giorgione , Pietro Manzi , Maurizio Orazio Merlo , Antonio Mignano , Giacomo Milillo , Fabio Miraglia , Giovanni Monchiero , Salvatore Novo , Ranuccio Nuti , Laura Paglicci Reattelli , Giuseppe Paolisso , Gabriele Pelissero , Francesca Pierotti , Giacomo Pignataro , Joseph Polimeni , Bice Previtera , Alfredo Procaccini , Annarosa Racca , Massimiliano Raponi , Walter Ricciardi , Carlo Romagnoli , Luca Carlo Sala , Andrea Silenzi , Angelo Tanese , Giuseppe Turchetti , Alberto Giovanni Ugazio
Isbn 9788854858046, 2012, Aracne, 17 x 24, 680 pagine, 36 euro
Anche se il nostro sistema sanitario è considerato tra i più efficienti al mondo, certamente il suo meccanismo mostra un costante incremento della spesa complessiva e segni di insofferenza sia della popolazione che dei suoi stessi operatori e dei rappresentanti dei soggetti chiamati a disciplinarne la governance. Tante sono le distorsioni: incremento della popolazione anziana; mancanza di accordo tra medico e paziente, associazioni ed istituzioni, politica ed operatori sanitari; strumentalizzazione dei media; meccanismi di medicina difensiva; interessi privati nelle scelte di sanità pubblica; debolezza degli organi decisionali; frammentazione e diversificazione dei sistemi regionali di tutela della salute. Gli illustri Autori (55) dei contributi presenti nel libro sondano aspetti sociali, relazionali, tecnici, organizzativi, inter-istituzionali, economici, politici e statistici della materia, tenendosi in equilibrio tra fantasia e concretezza quotidiana, necessità di essere originali ed inevitabilità di affrontare la radice del problema, creando così una ricca fonte di informazioni e di idee ispirate ai principi vigenti in tema di tutela della salute, ben aderenti comunque alla realtà dell’attuale andamento del sistema.