Presentazione di libri n. 581
IL PALAZZO DI VENEZIA
martedì 13 novembre 2018, ore 19:00 - 21:00  |  Circolo degli Esteri
Ministero degli Affari Esteri

Durata 11:02


Martedì 13 novembre 2018, al Circolo degli Esteri presso il Ministero degli Affari Esteri sul lungotevere dell’Acqua Acetosa, a Roma è stato presentato il libro ““Il Palazzo di Venezia a Istanbul. Residenza dell’ambasciatore d’Italia”, edizioni Carlo Colombo. Si tratta dell’ultimo libro a cura dell’ambasciatore Gaetano Cortese che coordina la collezione dedicata alle più prestigiose rappresentanze diplomatiche italiane, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico ed artistico delle proprietà demaniali dello Stato italiano all’estero.Il testo realizzato in occasione del solenne centenario del Palazzo di Venezia si avvale di importanti contributi di studiosi e alti diplomatici e racconta la storia del palazzo, sede diplomatica della Serenissima Repubblica di Venezia nell'Impero Ottomano ripercorrendo l'evolversi delle relazioni diplomatiche tra Italia e Turchia fino ai nostri giorni. L’introduzione è stata affidata al vice direttore dell’ANSA, Stefano Polli, a dare il via agli interventi è stato l’ambasciatore Umberto Vattani che ha elencato i principali punti di interesse del volume allargando il discorso al ruolo odierno della Turchia ad intervenire anche Carlo Marsili già ambasciatore in Turchia che ha contribuito alla stesura del volume. A tracciare una ricostruzione storica dei rapporti tra la Serenissima e il Sublime Stato Ottomano il professore di storia contemporanea e relazioni internazionali presso la Luiss Guido carli di Roma, Francesco Perfetti, già capo dell’archivio storico del ministero degli Affari Esteri, tra gli autori del testo. Subito dopo ha preso la parola l’ambasciatore Gaetano CORTESE autore e curatore del volume. Ad intervenire anche Giovanni Battista COLOMBO continuatore delle edizioni Carlo Colombo, la Casa Editrice fondata da suo nonno azienda particolarmente legata a Roma e tipografia della Camera dei Deputati.