EV7138
Ricreativi – Puntata n. 577 del 18 ottobre 2019
Romae Philharmonia Orchestra. Sinfonia n. 40 in Sol minore K550. W.A. Mozart
Ricreativo n. 577
venerdì 18 ottobre 2019  |  Auditorium SGM
Durata 47:15


La Sinfonia n. 40 in Sol minore K 550 fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart a Vienna durante il mese di luglio (mese molto produttivo per lui) del 1788, essa è la seconda di tre sinfonie (le altre sono la n. 39 e la n. 41 'jupiter")composte in rapida successione durante l'estate dello stesso anno.La sinfonia è una delle più ammirate e conosciute composizioni di Mozart, ed è frequentemente eseguita e registrata in tutto il mondo, si tratta della sinfonia più nota di Mozart. Robert Schumann arriverà ad accostarla ai criteri idealidella bellezza greca.Originariamente considerata come esempio di grazia e leggerezza, forse confondendo la semplicità con cui vi si sviluppano e susseguono le varie melodie, appare oggi come fortemente introspettiva e di alto contenuto drammatico. Charles Rosen definisce la sinfonia "un'opera di passione, violenza e dolore". Il minuetto è unesempio di questa drammaticità e anticipa quelle atmosfere romantiche che si ritroveranno in Beethoven e che qui appaiono trattenute, quasi nascoste.Il musicologo tedesco Alfred Einstein la definisce "eroicamente tragica".Descrivendo gli svolgimenti armonici della sinfonia, usa queste parole: "sono come dei tuffi negli abissi dell'anima, simbolizzati in modulazioni tanto audaci che i contemporanei di Mozart non devono essere stati in grado di seguirli etanto sublimi che soltanto Mozart stesso poté riportarli su di un livello terreno".La strumentazione prevede parti per flauto , due oboi, due clarinetti, due fagotti, due corni e archi. Da notare è l'assenza di timpani e trombe, strumenti invece generalmente presenti nelle ultime sinfonie di Mozart.Sono presenti quattro movimenti, coerentemente con i canoni della sinfonia del Classicismo:1. Molto allegro2. Andante3. Allegretto4. Allegro assai